Un commento

Cremo, il 2019 si chiude
nel peggiore dei modi:
sconfitta 1-0 col Pordenone

Baroni (Foto Sessa)

PORDENONE – CREMONESE 1-0

PORDENONE: Di Gregorio, Almici, Camporese, Bassoli, De Agostini, Burrai, Zammarini, Chiaretti (57’ Gavazzi), Pobega (62’ Mazzocco), Strizzolo (69’ Candellone), Ciurria. All.: Tesser.

CREMONESE: Agazzi, Ravanelli, Bianchetti (89’ Soddimo), Terranova, Arini, Gustafson, Zortea (70’ Palombi), Migliore, Piccolo, Deli (45’ Ciofani), Ceravolo. All.: Baroni.

NOTE – Ammoniti: Deli, Almici, Mazzocco, Terranova, Bianchetti. Recuperi: 2’+5’.

RETE: 9’ Ciurria.

ARBITRO: Serra di Torino.

PRIMO TEMPO – La Cremonese inaugura il match con il 3-4-2-1: rispetto al pari con la Juve Stabia, Bianchetti e Terranova prendono il posto di Claiton e Caracciolo, Arini agisce al fianco di Gustafson e Deli fa il secondo trequartista con Piccolo. Proprio un’intuizione del fantasista mancino innesca Ceravolo in avvio: il diagonale impensierisce Di Gregorio poi la difesa friulana spazza. Al 10’ il Pordenone passa al primo tentativo: punizione da destra di Burrai, Ceravolo respinge male e dal limite Ciurria sfodera un mancino imparabile per Agazzi, infuriato per la posizione sospetta di De Agostini. La reazione ospite arriva presto: prima Ceravolo spara in bocca a Di Gregorio, poi Gustafson impegna l’estremo friulano con tiro a giro dal limite. La Cremonese si distende bene in un paio di contropiede ma a mancare è sempre l’ultimo passaggio. Al 35’ proteste grigiorosse per un intervento di Almici su Ceravolo: l’arbitro Serra concede punizione al limite dell’area e non rigore, Piccolo non sfrutta calciando debole tra le braccia di Di Gregorio.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con Ciofani in campo al posto di Deli. Il primo squillo arriva al 54’ ma è poca cosa: cross da destra di Zortea, Migliore taglia a centro area e colpisce di testa alto. Due minuti dopo ci prova Piccolo da fuori area: palla deviata in corner. Una girandola di cambi rende il Pordenone più ermetico e la Cremonese più offensiva con Piccolo e Palombi larghi, Ciofani e Ceravolo punte. I grigiorossi creano fino alla trequarti ma non riescono a rendersi pericolosi in area locale. Piccolo prova dunque a mettersi in proprio agendo da destra: al 78’ si guadagna un fallo e da posizione defilata cerca il sette sul secondo palo, palla out. All’82’ è il Pordenone a farsi vivo sugli sviluppi di un corner: De Agostini riesce a colpire di testa in mezzo alla difesa grigiorossa non trovando però l’angolino alla sinistra di Agazzi. Passano cinque minuti e ancora il Pordenone a trovare praterie da arare nella metà campo grigiorossa: da un cross sbagliato di Mazzocco per poco non ci scappa il 2-0. Nel recupero duplice occasione per la Cremo: al 90’ Di Gregorio è prodigioso su un tocco ravvicinato di Terranova, dal corner palla al limite per Gustafson che col destro angola troppo senza trovare deviazioni decisive. Allo scadere Agazzi dice di no a Ciurria e sul ribaltamento di fronte un cross di Ciofani non trova compagni in area piccola. Finisce 1-0: il Pordenone di Tesser è sempre più secondo in classifica, la Cremonese di un Baroni mai così in bilico chiude il 2019 ad un punto dalla zona retrocessione.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Antonio Buccieri

    Dopo questa sconfitta una domande sul DS me li farei.
    Abbiamo perso contro Tesser, cacciato come incompetente. Abbiamo perso contro una squadra “di ex” ….
    Ma siamo sicuri che il DS ha costruito una squadra per andare ai playoff?
    Non si dimette mei nessuno in questo paesello?