Sport
Commenta1

Cremo, il 2019 si chiude nel peggiore dei modi: sconfitta 1-0 col Pordenone

Baroni (Foto Sessa)

PORDENONE – CREMONESE 1-0

PORDENONE: Di Gregorio, Almici, Camporese, Bassoli, De Agostini, Burrai, Zammarini, Chiaretti (57’ Gavazzi), Pobega (62’ Mazzocco), Strizzolo (69’ Candellone), Ciurria. All.: Tesser.

CREMONESE: Agazzi, Ravanelli, Bianchetti (89’ Soddimo), Terranova, Arini, Gustafson, Zortea (70’ Palombi), Migliore, Piccolo, Deli (45’ Ciofani), Ceravolo. All.: Baroni.

NOTE – Ammoniti: Deli, Almici, Mazzocco, Terranova, Bianchetti. Recuperi: 2’+5’.

RETE: 9’ Ciurria.

ARBITRO: Serra di Torino.

PRIMO TEMPO – La Cremonese inaugura il match con il 3-4-2-1: rispetto al pari con la Juve Stabia, Bianchetti e Terranova prendono il posto di Claiton e Caracciolo, Arini agisce al fianco di Gustafson e Deli fa il secondo trequartista con Piccolo. Proprio un’intuizione del fantasista mancino innesca Ceravolo in avvio: il diagonale impensierisce Di Gregorio poi la difesa friulana spazza. Al 10’ il Pordenone passa al primo tentativo: punizione da destra di Burrai, Ceravolo respinge male e dal limite Ciurria sfodera un mancino imparabile per Agazzi, infuriato per la posizione sospetta di De Agostini. La reazione ospite arriva presto: prima Ceravolo spara in bocca a Di Gregorio, poi Gustafson impegna l’estremo friulano con tiro a giro dal limite. La Cremonese si distende bene in un paio di contropiede ma a mancare è sempre l’ultimo passaggio. Al 35’ proteste grigiorosse per un intervento di Almici su Ceravolo: l’arbitro Serra concede punizione al limite dell’area e non rigore, Piccolo non sfrutta calciando debole tra le braccia di Di Gregorio.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con Ciofani in campo al posto di Deli. Il primo squillo arriva al 54’ ma è poca cosa: cross da destra di Zortea, Migliore taglia a centro area e colpisce di testa alto. Due minuti dopo ci prova Piccolo da fuori area: palla deviata in corner. Una girandola di cambi rende il Pordenone più ermetico e la Cremonese più offensiva con Piccolo e Palombi larghi, Ciofani e Ceravolo punte. I grigiorossi creano fino alla trequarti ma non riescono a rendersi pericolosi in area locale. Piccolo prova dunque a mettersi in proprio agendo da destra: al 78’ si guadagna un fallo e da posizione defilata cerca il sette sul secondo palo, palla out. All’82’ è il Pordenone a farsi vivo sugli sviluppi di un corner: De Agostini riesce a colpire di testa in mezzo alla difesa grigiorossa non trovando però l’angolino alla sinistra di Agazzi. Passano cinque minuti e ancora il Pordenone a trovare praterie da arare nella metà campo grigiorossa: da un cross sbagliato di Mazzocco per poco non ci scappa il 2-0. Nel recupero duplice occasione per la Cremo: al 90’ Di Gregorio è prodigioso su un tocco ravvicinato di Terranova, dal corner palla al limite per Gustafson che col destro angola troppo senza trovare deviazioni decisive. Allo scadere Agazzi dice di no a Ciurria e sul ribaltamento di fronte un cross di Ciofani non trova compagni in area piccola. Finisce 1-0: il Pordenone di Tesser è sempre più secondo in classifica, la Cremonese di un Baroni mai così in bilico chiude il 2019 ad un punto dalla zona retrocessione.

© Riproduzione riservata
Commenti