Ultim'ora
5 Commenti

Un anno di attività della
Polizia: 53 stranieri pericolosi
accompagnati alla frontiera

Il questore vicario Guglielmo Tedesco ha presentato i dati questa mattina

Presentato questa mattina in Questura il bilancio di attività della Polizia di Stato. “Pur nella consapevolezza che nessuna cifra potrà mai quantificare il concetto di prevenzione – commenta il questore, Carla Melloni –  questi numeri sono indicativi del grado dello sforzo che quotidianamente viene posto in essere dal personale della Polizia di Stato di questa provincia per assicurare la sicura e civile convivenza, che è quello massimo”.

I numeri più cospicui in termini di interventi sono quelli che riguardano la Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico: 17mila le persone controllate in un anno dagli agenti delle Volanti, con 19 arresti e 123 denunce a piede libero. 4500 i veicoli controllati e 91 le infrazioni al codice della strada; 99 le altre violazioni amministrative contestate.

La divisione anticrimine ha emesso 102 provvedimenti di divieto nei Comuni e 19 ammonimenti per stalking, oltre a 2 Daspo.  Il Progetto Camper ha inoltre portato  nelle diverse piazze della provincia la diffusione degli strumenti legislativi nei casi di violenza di genere.

La Squadra Mobile ha effettuato 33 arresti e 47 denunce, oltre a segnalare 27 persone per assunzione di stupefacenti. Intensa anche l’attività della Digos, con 520 servizi di ordine pubblico, 2235 informative generali su singole persone o associazioni e 219 servizi di tutela di persone a rischio.  Ben 293 eventi sportivi sono stati gestiti dall’ufficio di Gabinetto,  oltre a  714 manifestazioni varie e 329 eventi politici.

La polizia amministrativa ha rilasciato in un anno 6000 passaporti, 1000 licenze in materia d’armi, con revoca di 47 porti d’arma. 27 i provvedimenti di ritiro cautelare di armi. 4 esercizi pubblici sono stati chiusi per motivi di sicurezza.

Per quanto riguarda l’ufficio immigrazione, sono stati rilasciati o rinnovati 10.000 permessi; espulsi con materiale accompagnamento alla frontiera 53 stranieri  pericolosi ed altri 24 accompagnati nei centri per il rimpatrio.

Il servizio saniario attivato  presso la polizia stradale di Cremona ha contribuito a contenere le conseguenze della guida in stato di alterazione psico fisica: 143 persone controllate in 30 servizi mirati, con 32 positive a stupefacenti. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti