Cronaca
Commenta2

Dopo un mese e mezzo di stop, a metà marzo ripartono i lavori a S. Felice

Dopo un mese e mezzo di stop ripartiranno a metà marzo i lavori per la ricostruzione della scuola di San Felice, già demolita, e la ristrutturazione della palestra. Il ritardo è dovuto ad un ulteriore autorizzazione del progetto antisismico. In questi giorni il comune di Cremona aggiudicherà in seduta pubblica i lavori alla ditta che si dovrà occupare di realizzare la strada, marciapiedi e tutta l’illuminazione. La gara per le fognature invece è affidata a Padania Acque. Di volta in volta verranno apposti cartelli soprattutto quando si metterà mano alla viabilità.

Lunedì 3 febbraio c’è stata una riunione a San Felice alla presenza del vicesindaco Andrea Virgilio e dell’assessore ai quartieri Rodolfo Bona che hanno incontrato i residenti per annunciare la ripartenza dei lavori. La riqualificazione del quartiere San Felice è stata resa possibile grazie al finanziamento di 7 milioni di euro ottenuto nel 2016 dal Comune di Cremona nell’ambito del ‘Bando periferie’, promosso a suo tempo dal Governo, e per il quale l’apposita convenzione è stata approvata dalla Corte dei Conti .

Tutti i lavori dovrebbero concludersi nel 2021. Oltre ai progetti sugli edifici sarà costituita un’equipe territoriale integrata quale luogo di progettazione e attivazione di interventi sociali ed educativi, con particolare attenzione ai nuclei familiari in situazione di disagio socio-economico, alla fascia giovanile, ai bisogni delle famiglie con minori, ai contesti ERP.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti