Commenta

Progetto Passepartout,
studenti del 'Torriani' al
polo didattico dell'ospedale

I percorsi di PCTO, Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, non prevedono per i ragazzi del biennio alcuna attività. Eppure, fanno sapere dall’Istituto Torriani, “l’orientamento nel secondo anno delle superiori è considerato uno snodo cruciale per una scelta consapevole o quantomeno per costruire il proprio profilo in uscita”. Proprio al fine di riempire questa lacuna e allo scopo di far conoscere il tessuto economico del territorio – un dato imprescindibile per i potenziali diplomati in cerca di lavoro – il ‘Torriani’ da anni sviluppa in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Cremona il Progetto Passepartout rivolto proprio agli studenti di seconda superiore che hanno così l’opportunità di visitare e fare esperienze concrete nelle aziende. Un progetto consolidato, dunque, grazie al lavoro di organizzazione e coordinamento del prof. Silvano Gastaldelli.

Novità di quest’anno è l’opportunità pensata per le seconde di chimica del ‘Torriani’ presso l’ASST di Cremona. Un’attività coordinata dalla prof.ssa Elena Lanfredi insieme ai referenti dell’ASST: la dott.ssa Adele Luccini, coordinatore didattico per i corsi di laurea, il dott. Giampietro Morstabilini, dirigente delle professioni sanitarie e la sig.ra Aurora Sozzi per la formazione U.O.S..

Il 13 febbraio gli studenti della 2achi, accompagnati dalla prof.ssa Lanfredi e dal prof. Mauro Conca, hanno seguito una lezione frontale del prof. Giampietro Morstabilini presso il polo didattico dell’Ospedale. Nella seconda parte di questa full immersion nelle professioni sanitarie, gli studenti hanno visitato il centro trasfusionale con il dott. Massimo Crotti e poi il laboratorio di analisi chimiche. “E’ un contesto – fanno sapere dal ‘Torriani’ – ricco di opportunità quello delle professioni sanitarie che prevede una formazione di elevato livello scientifico e umanistico che può fornire importanti opportunità per gli studenti, un sapere orientato alle attività di prevenzione e promozione della salute che rispondono ai molteplici bisogni emergenti cui la sanità pubblica deve far fronte”.

© Riproduzione riservata
Commenti