Commenta

Patologia del rachide: il 21
e 22 febbraio convegno
specialistico a Palazzo Trecchi

Si terrà a Cremona, presso la prestigiosa sede di Palazzo Trecchi, il convegno dal titolo “Chirurgia del rachide. Indicazioni e trattamenti”. L’evento, diviso in due giornate, venerdì 21 e sabato 22 febbraio, vedrà partecipare l’intera equipe della Neurochirurgia dell’Ospedale di Cremona.

Responsabile scientifico del convegno è Antonio Fioravanti (Direttore Neurochirurgia, Ospedale di Cremona), che spiega: “Per patologie del rachide si intendono tutti quei disturbi che provocano la perdita della normale struttura e funzione delle articolazioni vertebrali. In altre parole, questo tipo di patologie portano ad avere mal di schiena, un disturbo molto comune, che può interessare sia uomini che donne.”

“Il dolore alla schiena – prosegue Fioravanti – può essere legato all’invecchiamento, ad artrosi, lombalgie croniche, ma può anche derivare da tumori, patologie muscolari, infezioni. Ci sono poi le patologie da compressione del midollo spinale e delle radici nervose, come nel caso di ernie discali, e ancora le stenosi del canale vertebrale, e altre ancora.”

“Trattare queste patologie è possibile, a seconda della complessità, sia da un punto di vista medico, che fisioterapico o chirurgico. E’ importante ricordare che un’adeguata diagnosi ed un corretto trattamento sono fondamentali per la risoluzione del problema. Infatti, un trattamento chirurgico non adeguato può, per esempio, trasformare una lombalgia cronica in una patologia cronica invalidante.”

“Presso la Neurochirurgia dell’Ospedale di Cremona – aggiunge Fioravanti – è possibile trovare un’equipe medica altamente qualificata per eseguire diverse tipologie di intervento a seconda del problema riscontrato nel paziente. Per questo, saranno proprio i medici del mio staff a portare le loro competenze, in qualità di relatori, durante il convegno che si terrà questo weekend a Cremona.”
“Con questo evento formativo – conclude Fioravanti – intendiamo illustrare quelli che sono i trattamenti più frequenti delle patologie del rachide, condividendoli con le altre figure professionali che se ne occupano da un punto di vista terapeutico e riabilitativo. L’obiettivo? Individuare le corrette indicazioni e gli adeguati trattamenti per migliorare la gestione del paziente.”

I RELATORI
Antonio Fioravanti (Direttore di Struttura Complessa di Neurochirurgia, ASST Cremona); Simonetta Bianchini (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Emanuela Catenacci (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Patrizia D’Auria (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Laura Milanese (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Alessandro Morandini (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Michele Muzzi (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Giovanni Nodari (Medico Specializzando, ASST Cremona); Gabriele Paioli (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona); Carlo Valtulina (Dirigente Medico di 1° Livello, ASST Cremona).

© Riproduzione riservata
Commenti