Un commento

Gruppo Arvedi: protocollo
sanitario straordinario per
salvaguardare i lavoratori

Il Gruppo Arvedi, condividendo e comprendendo i disagi che i propri collaboratori e la popolazione delle zone in cui opera stanno vivendo a seguito della diffusione del Coronavirus, precisa di aver già adottato a titolo precauzionale un protocollo sanitario straordinario (rivolto a tutti coloro che accedono nei siti del Gruppo), contenente precise misure di prevenzione, comprensive di presidio medico per controllo temperatura corporea, frequenti disinfezioni, chiusura dei locali soggetti ad assembramento e procedure di lavoro che evitino lo stretto contatto, comunque prevenuto dall’obbligo di utilizzo delle mascherine distribuite a tutti .
Il protocollo è stato adottato in collaborazione con il Medico Aziendale, seguendo le disposizioni e i consigli provenienti dal Ministero della Salute, dandone comunicazione alle Rappresentanze Sindacali Aziendali.
L’adozione di tale protocollo rende le Aziende del Gruppo Arvedi un luogo sicuro rispetto alla diffusione del Coronavirus.
Il Gruppo Arvedi invita pertanto tutti i collaboratori ad accedere ai posti di lavoro, attenendosi scrupolosamente alle prescrizioni del protocollo.
Nel caso di dipendenti che non si rechino al lavoro ritenendosi casi sospetti, si richiede di contattare con sollecitudine le Autorità Sanitarie per segnalare il proprio stato di salute e per essere sottoposti tempestivamente agli accertamenti ed alle eventuali restrizioni che le Autorità Sanitarie reputeranno necessarie, dandone comunicazione all’ Azienda.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Ma hanno poi trovato soggetti positivi contagiati dall’operaio di Pizzighettone?