15 Commenti

Coronavirus, Gallera:
'I casi nel Cremonese
sono saliti a 91'

Foto Sessa

Sono saliti a 91 i casi positivi al Coronavirus Covid-19 nel territorio Cremonese: lo ha annunciato l’assessore al Welfare Giulio Gallera nella quotidiana conferenza stampa di aggiornamento sull’emergenza in atto. Sempre a Cremona 60 sono le persone ricoverate in Ospedale, al punto che un reparto di medicina è stato trasformato in Malattie Infettive per contenere tutti. Sette delle persone ricoverate a Cremona si sono aggravate e sono state portate tra questa notte e questa mattina, presso le terapie intensive degli ospedali Sacco e Niguarda. A livello regionale si arriva a 403 casi complessivi.

Tra le novità cremonesi, ha detto il consigliere regionale Matteo Piloni, “oggi Regione Lombardia ha inoltre acconsentito ad utilizzare il laboratorio di analisi dell’Ospedale di Cremona ad effettuare i controlli sui tamponi”, in modo da velocizzare le pratiche, proprio a causa del grande numero di infetti presenti presso il nosocomio locale.

Secondo Gallera, “la stuazione inizia a strutturarsi. Sono 37 le persone dimesse per un forte miglioramento del quadro clinico. A oggi le persone che sono in ospedale sono 216, mentre risulta stabile il numero dei minori colpiti dal virus”. Una delle cose che si sono osservate in questi giorni, ha spiegato Gallera, è che “diversi pazienti avvertono un rapido peggioramento della situazione: all’inizio sembra che i sintomi non siano particolarmente gravi, poi la situazione degenera rapidamente”.

Il presidente Attilio Fontana, in collegamento Skype, ha annunciato che “dopo 5 giorni dall’inizio della situazione emergenziale la Regione Lombardia è riuscita ad acquistare 4 milioni di mascherine e presidi medici, che distribuiremo domani per tutelare maggiormente la salute dei cittadini e dei nostri medici”.

Secondo il vice presidente del Consiglio regionale, Fabrizio Sala: “ci troviamo in una situazione di emergenza sanitaria mai il sistema Lombardia deve andare avanti. Le misure prese per contenere il virus sono concertate con tutte le istituzioni e con il Governo. E’ presto per dire se verranno prorogate o meno ma abbiamo segnali comunque positivi. L’importante è dare l’idea che la vita continua. Dobbiamo andare avanti e convivere con questo virus che per la prima volta ha toccato l’occidente e il nostro Paese. La Lombardia ha agito velocemente e ha avuto un impatto economico negativo a favore non solo dell’Italia ma anche del mondo. Per questo chiederemo degli aiuti volti a un senso di solidarietà per i sacrifici che il popolo lombardo ha fatto per contener il virus”.

Laura Bosio

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Ma no, ma è “poco più che una semplice influenza” come ci viene detto…o no? “bboni, state bbboni… e nun state a raccontà ar poppolo bue proprio tutto….

  • Germana

    Il titolo lascia intendere che sono tutti cittadini cremonesi, poi sotto si scrive che sono dei dintorni ….vogliamo spaventare i cittadini cremonesi?????

  • Abiff

    Poiché nel territorio vivono 358.955 persone al 1-1-2019, vuole dire che il 2,53% delle persone hanno contratto il virus, del quale l’80% potrebbe nemmeno accorgersene. Giusto per fare i numeri.

    • Shpalman97

      No, il calcolo che ha fatto è parecchio sbagliato.

      • Abiff

        Allora ce lo faccia giusto Lei, grazie.

        • Shpalman97

          0,025%
          2,53% sarebbero più di 9000 persone

          • Abiff

            Chiedo scusa! Poiché ho qualche linea di febbre ho la vista annebbiata … 🙂

    • Orto

      Non è una critica a te, non mi permetterei mai, ma fare calcoli così generici può essere sbagliato. Quante persone girano per le nostre strade, le nostre case con problemi seri, in chemio, in radioterapia, con sistema immunitario depresso, con una certa età, con altre patologie. Vogliamo pensare un po’ a loro? Siamo tutti numeri, rientriamo in statistiche, ma non siamo uguali….

      • Abiff

        Ringrazio, Orto. Hai ragione pure tu, infatti avendo una persona sottoposta a cura oncologica in famiglia, nei riguardi delle sue difese immunitarie fortemente compromesse ho limitato la mia frequentazione di ristoranti, supermercati e uscite in generale.

    • Andrea Ferrari

      In matematica non ci prendi proprio, anche se la tua matematica non è un’opinione

  • dandelion

    Ma quante persone in terapia intensiva a Cremona hanno il coronavirus? Sono giovani, anziani, hanno altre patologie? Non lo trovo scritto da nessuna parte…

  • Sbirulino19

    Un grazie a tutti gli operatori dell’ospedale che si stanno prendendo cura di molti pazienti colpiti dal virus della provincia e non solo, da quello che dice l’assessore anche della provincia di Lodi e zona rossa.

  • Mihoc Paul

    Un laboratorio per il test dei tamponi in tutta la Lombardia pensate sia sufficiente?? Direi proprio di no…. i tempi di attesa per un esito positivo o negativo è ancora sconosciuto e nel frattempo non succede altro che far crescere il numero dei sospetti di portatori di questo virus.
    Io personalmente avevo dei simptomi che potrebbero portare in un esito positivo riguardo il Coronavirus.
    Lunedì ho lasciato un tampone nel ospedale di Cremona, doppo 24 ore di attesa in un corridoio del pronto soccorso vengo richiamato dentro per lasciare un altro tampone per il motivo che il primo è stato errato… cosa vuol dire? Spiegazioni? Nulla! Sono ritornato nello stesso corridoio ad aspettare altre 42 ore … Doppo questa lunga attesa vengo dimesso per una giusta causa, la febbre era diminuita. SENZA sapere ancora il risultato del TAMPONE.
    In questo momento sono passate esattamente 88ore dal rilascio del primo tampone e e 64 ore dal rilascio del secondo tampone. Non ho ancora ricevuto nessun esito. Mi sto preoccupando per me, per quelli che sono stati vicino a me prima del mio ricovero per i miei colleghi e per tutti.

    • Abiff

      Le faccio personalmente tanti auguri sinceri.

  • Andrea Ferrari

    Questa estate andremo in vacanza tutti in tenda, così siamo più sicuri contro i terremoti e… i virus