Un commento

Pietro Fiori, il sindaco
che partecipa all'estremo
saluto a nome di tutti

Commovente intervento del sindaco di Castelleone Pietro Fiori alla trasmissione di La7 Tagadà, dove è stato interpellato – tra l’altro – per la sua partecipazione alle esequie che si susseguono di continuo in paese (31 decessi ad oggi nel mese di marzo, contro i 5 dello stesso periodo dell’anno scorso, ha detto), una notizia che ha colpito molto i media nazionali e di cui lo stesso Fiori si è detto stupito dalla sua pagina Fb: “Alcuni quotidiani nazionali hanno riportato la notizia della mia partecipazione ad alcune cerimonie funebri nel nostro cimitero. Mi hanno contattato anche TV nazionali. Spiegavo che per noi a Castelleone accompagnare i nostri defunti col corteo funebre è una cosa scontata, un gesto di solidarietà umana a cui come comunità teniamo moltissimo. Non poterlo più fare ora per noi è un dolore che si somma al dolore della perdita. Non la ritenevo una notizia così eclatante il fatto che il sindaco vada al cimitero a portare l’abbraccio della città ai familiari visto che la cittadinanza non lo può fare. Ma forse invece è giusto così, forse in questo momento c’è davvero bisogno di tanta umanità, quella che Castelleone ha sempre donato e che con questa ribalta nazionale varca i confini della nostra città”.

“Castelleone soffre ancora, ma Castelleone ha un cuore grande e Castelleone non si arrende, mai!”, conclude il sindaco.

“La visita ai parenti defunti è la cosa che ci manca di più”, ha pi dichiarato in trasmissione. “La bara viene portata direttamente chiusa nel cimitero e c’è una piccolissima cerimonia alla quale partecipano pochi famigliari. Molte delle persone mancate sono amiche mie di famiglia, genitori, padri, nonni. Anche oggi ho partecipato … mi metto le protezioni e saluto da lontano i famigliari lontani, che si sentono davvero abbracciati. Il lutto di uno è il lutto di tutti”.  “Siamo una comunità tenace”, ha concluso il sindaco, commosso come pure l’intervistatrice. “Usciremo a riveder le stelle, questo è ciò che mi auguro al più presto”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • carabinosonio

    Questi gesti dimostrano come si possa riuscire a mantenere la propria umanità pur ricoprendo una carica pubblica. Un plauso al sindaco di Castelleone, ed un abbraccio a tutta la popolazione!