Ultim'ora
Commenta

Maturità: domani riunione
dei presidenti di commissione,
mercoledì le prove

L'ingresso dell'Istituto agrario Stanga

Al via gli esami di maturità anche per la scuola cremonese. I presidenti delle commissioni (gli unici membri esterni quest’anno) si riuniranno in teleconferenza domani, lunedi 15 giugno, quindi il via alle prove poi da mercoledì 17.

Fra inediti protocolli sanitari e consuete preoccupazioni per le rinunce dei commissari, gli esami di Stato si svolgeranno quest’anno in maniera ancora una volta diversa dalle precedenti. A cominciare appunto dalle regole sulle sicurezza. Alcune scuole hanno messo online il testo del protocollo concordato con i sindacati. Al liceo Manin ad esempio si specifica l’utilizzo di locali idonei a consentire l’aerazione; distanza minima tra posti a sedere di 2 metri, obbligo di mascherine sia per i commissari (da sostituire ad ogni sessione mattutina/ pomeridiana) che per gli studenti e il loro eventuale accompagnatore (uno solo ammesso). Niente obbligatorietà per guanti, ma sanificazione delle mani per tutti. Sono solo alcune delle disposizioni previste, con allegata anche la rappresentazione grafica della disposizioni dei banchi in una delle aule utilizzate.

Esempio di distanziamento in un’aula d’esame al liceo Daniele Manin

Studenti e personale scolastico dovranno compilare un’autodichiarazione che attesti lo stato di salute e dovrà essere garantita la disponibilità di un locale dove fare accomodare chi avesse temperatura superiore ai 37,5 gradi  o presentasse sintomi respiratori.

Per  ogni sede scolastica è stato previsto un percorso di entrata ed uscita: sempre nel caso del Manin, ad esempio, l’ingresso per tutti sarà da via Cavallotti 2 ed il collegamento al piano primo avverrà unicamente dallo scalone con il vano ascensore. Dal primo piano, uscita obbligatoria in via Boldori  attraverso la scala posta sul corridoio del lato di san Marcellino, mentre chi resterà al piano terra uscirà dal portone rivolto verso la via Rigotti.

Disposizioni dunque rigide e fiscali, in sintonia con quanto l’amministrazione scolastica centrale ha imposto da tre mesi a questa parte: l’Italia è uno dei pochi Paesi al mondo che non ha consentito la riapertura delle scuole dopo la fine della fase1 dell’emergenza sanitaria e non è ancora noto se non a grandi linee come avverrà la riapertura del prossimo anno scolastico.

E a togliere pathos a questa edizione degli esami di stato, contribuisce anche la raccomandazione agli studenti di allontanarsi il più presto possibile dai locali scolastici non appena effettuato il colloquio.

IL SALUTO DEL DIRIGENTE DEL GHISLERI. A rendere un po’ meno freddo l’addio a questo anno scolastico, ci sono stati alcuni interventi come quello del dirigente dell’istituto Ghisleri – Vacchelli, Alberto Ferrari che sul sito della scuola ha così salutato gli studenti:

“E’ il più strano degli ultimi giorni di scuola: niente feste, dolci, cene di fine anno, niente ultima campanella accompagnata dalle grida di giubilo e da quel senso di nostalgia che si accompagnava al senso di liberazione per la conclusione di un anno scolastico.
Voglio comunque fare un saluto a tutti voi.

Un saluto agli studenti di V che passeranno ancora una volta a scuola per la loro prova d’Esame (anche questa mai così particolare). Un saluto agli studenti delle altre classi con l’augurio di trascorrere bene queste vacanze senza smettere di crescere umanamente e culturalmente nella speranza di ritrovarci davvero tutti insieme a settembre.  Credo che la scuola un po’ vi sia mancata, sicuramente voi siete mancati alla scuola. Non sempre siamo riusciti a fare tutto quello che avevamo in mente con la didattica a distanza; i problemi ci sono stati ma è stato anche per noi un periodo di crescita e cercheremo di partire ancora meglio, anche se non sappiamo bene come. Ci stiamo preparando, ci lavoreremo insieme con il contributo di tutti. Perché, senza retorica, abbiamo almeno capito un po’ di più la bellezza e l’importanza di vedersi e di fare le cose insieme.
Davvero buone giornate e buone vacanze”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti