Ultim'ora
2 Commenti

Luna Park sempre
più lontano: rinuncia
delle famiglie storiche

Le luci sul luna park di San Pietro si stanno pian piano spegnendo. Dopo la riunione di oggi in Comune a Cremona, a cui hanno partecipato i 23 giostrai che avrebbero dovuto arrivare in città, 10 hanno rinunciato. Tra questi alcune delle famiglie storiche, come i Piccaluga e i Turconi. I tempi non propriamente brevi per decidere se fare o non fare il luna park in tempi di Covid, con protocolli e riunioni fiume, ha portato alcune famiglie alla definitiva decisione.

Il comune di Cremona nella riunione di oggi ha dato l’ok al piano sicurezza presentato dai giostrai, ma ora serve l’avvallo della prefettura e solo mercoledì prossimo ci sarà il collaudo, per non parlare degli allacci della corrente che non sono ancora stati predisposti. Dunque i tempi si allungano ulteriormente.

Questo significa che le giostre del luna park potranno aprire al pubblico solo per quattro giorni, troppo pochi per i giostrai, che a conti fatti preferiscono saltare la data di Cremona a causa dei costi elevati di trasferimento e dei mancati introiti. Grande rammarico da parte di alcuni di loro che per la prima volta saltano questa storica fiera. Al momento sul piazzale delle piscine c’è  qualche carovana, tra cui quella dei Taliani, famiglia storica di giostrai che risiede a Cremona.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti