Ultim'ora
Commenta

Dalla piscina olimpionica a
scuole e strade: così il Comune
utilizzerà i contributi regionali

Dalla manutenzione straordinaria della piscina olimpionica agli interventi sugli edifici scolastici, passando per la realizzazione e l’ampliamento di aree di Wi-Fi libero e per tratti di piste ciclabili, oltre che per la manutenzione di strade e marciapiedi. Sono questi i principali interventi che il Comune di Cremona ha individuato, attenendosi alle indicazione di Regione Lombardia, a seguito dello stanziamento da un milione di euro stabilito da Regione a causa dell’emergenza sanitaria.

In particolare, la spesa maggiore, oltre ai 325mila euro indicati per la manutenzione di strade e marciapiedi, riguarda la scuola primaria Bissolati (120mila euro), per l’adeguamento alle norme di prevenzione incendi. Sempre per quanto riguarda le scuole, 40mila euro andranno alla Virgilio (intervento di consolidamento del solaio dell’aula magna) e all’Anna Frank (manutenzione straordinaria per riadattamento dei locali dell’ex alloggio del custode da destinare ad ambienti scolastici).

Per quanto riguarda la piscina olimpionica, 90mila euro sono destinati alla manutenzione straordinaria con sostituzione dei filtri del sistema di filtraggio dell’acqua delle vasche. Previsti anche interventi di rigenerazione urbana nel centro cittadino (50mila euro), oltre alla realizzazione e all’ampliamento di aree free Wi-Fi (80mila euro). 78mila euro serviranno invece adeguamento dell’impianto termico e messa in sicurezza dell’impianto di distribuzione del gas negli alloggi ERP di via Allende (39mila euro) e di via Caudana (39mila euro).

30mila euro è invece la cifra stanziata sia per la realizzazione di un percorso pedonale protetto per l’accesso al Centro Culturale Santa Maria della Pietà che per manutenzione straordinaria del parco di via Verdello con la realizzazione di un passaggio ciclopedonale. In tema di ciclabili, 25mila euro sono per la realizzazione di tratti di piste ciclabili per collegamento con percorsi esistenti, mentre 92 mila sono stati previsti per la manutenzione straordinaria e implementazione dell’illuminazione pubblica.

“Lo stanziamento di Regione Lombardia, che abbiamo apprezzato, riguarda la spesa per investimenti ed è importante perché, in questa fase, le risorse in conto capitale che si alimentano soprattutto attraverso avanzi, oneri di urbanizzazione e alienazioni, sono piuttosto limitate”, commenta al riguardo il vicesindaco Andrea Virgilio che aggiunge: “Regione Lombardia  ha tuttavia posto agli enti locali limiti importanti rispetto all’utilizzo di queste risorse: non sono infatti ammissibili gli interventi di manutenzione ordinaria, così come non è possibile usare tale somma per coprire una quota di cofinanziamento imposta da Regione in altre opere. Infine, l’inizio dell’esecuzione dei lavori per tutti gli interventi finanziati deve avvenire entro il 31 ottobre 2020, pena la decadenza dal contributo”.

Virgilio quindi conclude: “Le opere prioritarie individuate sono pertanto il frutto di un programma di lavori che risponde a diverse esigenze, molte delle quali riguardano il centro cittadino, come alcuni interventi straordinari sulle strade, sulla rigenerazione urbana, il collegamenti tra piste ciclabili, l’illuminazione su viale Po, le aree Wi Fi. Abbiamo inoltre tenuto conto della necessità di sostenere interventi importanti nei contesti periferici, l’edilizia scolastica e quella popolare e, per quanto riguarda le strade, la sistemazione di alcuni tratti della tangenziale”.

© Riproduzione riservata
Commenti