Commenta

Sostegno affitti sul
libero mercato, la Lega
sollecita il Comune

Un’interrogazione a risposta scritta presentata dalla consigliera leghista Simona Sommi riporta l’attenzione sull’incarico di Covid manager affidato dal Comune a un professionista per coordinare i vari tavoli di lavoro in corso sull’emergenza. Un incarico di due mesi, da metà giugno a metà agosto, al costo di 9mila euro che ha già suscitato le reazioni contrarie di Forza Italia e che nell’ultima commissione Servizi alla Persona, la consigliera della Lega ha riportato d’attualità. Non tanto per contestare l’assegnazione, ma per sottolineare come il Comune di Cremona non abbia ancora approfittato del bando regionale che mette a disposizione oltre 6mila euro per il sostegno al pagamento degli affitti sul libero mercato. A livello regionale si tratta di uno stanziamento di 63.572 euro, di cui € 6.357,20 (quota massima per spese di gestione 2020, ovvero il 10% delle risorse assegnate) per il comune di Cremona, in base a una Dgr dello scorso marzo.

“In riferimento ai tempi di attuazione – scrive  Sommi nell’interrogazione –  entro 31 luglio 2020 è prevista l’attivazione da parte del Piano di Zona della misura attraverso bando pubblico, e contestuale invio alla Regione della comunicazione di adesione. Nel corso della sesta Commissione Consiliare Permanente (Politiche alla Persona) dell’8 giugno 2020, con ordine del giorno “Informativa sugli interventi predisposti ed attuati dal Comune di Cremona, nell’ambito sociale, nel periodo dell’emergenza della pandemia da covid 19”, non sono emerse azioni relative al sostegno per gli affitti sul mercato libero.

L’emergenza economica rende necessari interventi celeri per affrontare le difficoltà che anche quella parte della cittadinanza non abitualmente ricompresa nel circuito dei servizi sociale si trova a dover gestire.

L’Assessore Rosita Viola, durante l’informativa nella Commissione di cui sopra aveva affermato che fosse in atto il monitoraggio dei soggetti che avevano usufruito della misura dei Buoni Spesa nel mese di aprile 2020, sottolineando che erano emersi circa 800 nuclei familiari in difficoltà rispetto ai 200 abitualmente seguiti dai servizi sociali.

Gli altri capoluoghi in Regione Lombardia hanno già provveduto ad emanare il bando relativo alla Dgr 3008 del 30 marzo 2020, per l’assegnazione delle risorse a sostegno nuclei familiari in locazione sul libero mercato.

“Tutto ciò premesso e considerato – conclude la consigliera – si interrogano il Sindaco e gli Assessori competenti: quali azioni sono state messe in campo relativamente agli interventi in oggetto? E’ attivo un monitoraggio dei destinatari della misura dei Buoni Spesa per emergenza Covid 19, attraverso interventi atti ad accertare le criticità attuali? Sono previsti dei percorsi di accompagnamento per i soggetti non abitualmente seguiti dai servizi sociali, a partire dalla lista dei beneficiari dei Buoni Spesa? Quali sono i tempi previsti per la pubblicazione del bando relativo al sostegno al mantenimento della locazione sul libero mercato, anche a seguito delle difficoltà derivanti dall’emergenza sanitaria Covid 19 e quali criteri si intendono adottare?”

© Riproduzione riservata
Commenti