Commenta

Supercoppa Volley femminile,
per Casalmaggiore sconfitta
di misura contro Firenze

Vbc Èpiù Casalmaggiore – Il Bisonte Firenze 2-3 [25-23; 22-25; 25-17; 25-27; 13-15]

CASALMAGGIORE – 2 Stufi, 3 Lloyd, 4 Partenio, 5 Sirressi, 6 Bonciani, 7 Montibeller, 8 Maggipinto, 9 Melandri, 10 Vanzurova, 11 Ciarrocchi, 15 Bajema, 18 Kosareva.
All: Parisi, Piazzese.

FIRENZE – 1 Enweonwu, 2 Vittorini, 3 Cambi, 4 Lazic, 7 Van Gestel, 8 Alberti, 9 Panetoni, 10 Hashimoto, 11 Belien, 12 Guerra, 14 Kone, 15 Nwakalor, 16 Acciarri, 17 Venturi.
All: Mencarelli, Marcello.

Una sconfitta di misura – 3-2 contro Il Bisonte Firenze – per la Vbc Èpiù Casalmaggiore in un PalaRadi semivuoto a causa delle prescrizioni anti-Covid, in occasione della Supercoppa di volley femminile di Serie A1, con cui ha preso il via la stagione pallavolista 2020/2021. Le rosa sono quindi state eliminate dalla Supercoppa, mentre Il Bisonte dovrà disputare i quarti di finale con Novara.

Un inizio di partita equilibrato, con le due formazioni che sembrano prendersi le misure a vicenda e proseguono punto a punto, con un cambio palla molto frequente. Casalmaggiore si rivela una squadra completa, con l’attacco piuttosto veloce e ficcante di Partenio e Montibeller e un muro efficace. Tanto che sul 15-15 riesce a mettere la freccia e a prendere le distanze. Le toscane non demordono e si gettano all’inseguimento con determinazione, riuscendo a recuperare, anche grazie a qualche errore in difesa da parte delle padrone di casa, che però riprendono in mano la situazione e chiudono il set sul 25-23.

Anche la ripresa parte in equilibrio, con errori da entrambe le parti, ma soprattutto nel campo di Casalmaggiore, che offre al Bisonte l’opportunità di passare in vantaggio portandosi sul 5-9. Le rosa non si lasciano scoraggiare e partono all’inseguimento, riuscendo a ridurre il distacco. Questo non basta però a mettere il punteggio al sicuro, tanto che basta poco alle toscane per allargare nuovamente il gap. Casalmaggiore lotta e continua a lavorare bene a muro, ma fatica a contenere gli attacchi ficcanti di Guerra e di Enweonwu. Si chiude sul 22-25 a favore del Bisonte.

Il terzo set si apre con una Casalmaggiore molto più convinta, che mette in campo determinazione, un ottimo muro e un attacco decisamente efficace, grazie a cui trova subito un vantaggio importante, portandosi sul 9-3. Montibeller continua a trascinare la squadra, affiancata da un’ottima Melandri, che domina anche a muro insieme a Partenio, portando la squadra sul 16-6. Le padrone di casa si rivelano dominatrici incontrastate del set, mentre le toscane, annichilite, non riescono a rientrare in partita. La musica cambia però sul 18-7, quando la formazione ospite si riscuote dal torpore e riesce a mettere a segno alcuni punti, tuttavia insufficienti per riavvicinarsi alle rosa, che riprendono in mano le redini della partita in men che non si dica e mette la parola fine al set sul 25-17.

Più equilibrato l’avvio della terza ripresa, con le due squadre che giocano punto a punto. E’ però la formazione toscana a ingranare la quarta, riuscendo ad accumulare tre punti di distacco e portandosi sul 14-17. Èpiù si ribella e cerca di riprendere il ritmo, ma qualche imprecisione in battuta e ricezione impedisce alle padrone di casa di trovare il sorpasso. Si ritrova però la parità sul 20-20 grazie a un punto di Vanzurova. Nel finale di set le due formazioni si fronteggiano punto a punto, ma è Il Bisonte a mettere la firma del punto finale e il set si chiude sul 25-27.

Un tie break ad alta tensione vede Casalmaggiore in grande difficoltà contro un Bisonte che ci crede e che vuole portarsi a casa la vittoria. Il cambio di campo, sul 4-8. consente a mister Parisi di dare qualche indicazione alla sua formazione, cercando di incitarla a riprendere il controllo del gioco. La formazione rosa si incaglia in qualche errore di troppo ma cerca ugualmente di colmare il gap che la separa dalle avversarie, complice anche qualche imprecisione di quest’ultime. E’ però sempre la formazione toscana a tenere il polso della situazione, fino a chiudere il set per 13-15, intascandosi anche la partita per 3 set a 2.

LE INTERVISTE – “Abbiamo visto una partita con alti e bassi, cali di tensione e qualche errore: il lavoro da fare sulla squadra è ancora molto”  ha commentato a fine partita coach Parisi. “Sicuramente dobbiamo fare i complimenti alle avversarie, che hanno giocato bene, ma anche alle nostre ragazze, che hanno lottato fino alla fine. Abbiamo avuto dei momenti di grande lucidità, ora dobbiamo lavorare in palestra per far crescere la squadra. Un lavoro che richiede tempo, soprattutto considerando che Carli Lloyd è appena arrivata e deve ancora entrare in sintonia con il resto della formazione”. Intanto si guarda al campionato: “Sappiamo che è lungo e bisogna avere pazienza. L’importante è ricominciare”.

“C’è molta amarezza per non essere riuscite a trovare il nostro ritmo e abbiamo fatto molti errori che non possiamo permetterci” ha aggiunto Laura Melandri. I problemi maggiori, ha detto la giocatrice, si sono visti “in battuta e ricezione. C’è ancora molto da lavorare. Bisogna trovare i meccanismi giusti”. Anche perché la squadra, c’è: “Siamo un gruppo di ragazze grintose ed energiche e credo che riusciremo a crescere insieme. L’importante è aver ricominciato a giocare: mi mancava tutto questo e sono contenta che la vita stia tornando alla normalità. Ci manca il sostegno del pubblico nel palazzetto (assente a causa delle misure anti-covid), ma sono sicura che presto anche quello tornerà”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti