Commenta

La scomparsa di Sabrina:
sabato a Crema sopralluogo
del generale Luciano Garofano

Il generale Luciano Garofano, dal 1995 al 2009 comandante del Ris di Parma, sarà sabato pomeriggio a Crema per un sopralluogo nei luoghi che sono stati protagonisti in queste settimane del giallo di Sabrina Beccalli, la 39enne cremasca sparita nel nulla a Ferragosto, il cui corpo è stato cercato invano nei dintorni di Crema. E’ di Sabrina il corpo trovato nell’auto data alle fiamme da Alessandro Pasini, o è di un cane, come sostengono ben due veterinari?. Lo diranno gli esperti incaricati proprio ieri dalla procura a cui spetterà il compito di esaminare i resti e di dire se siano umani, oppure no. Tra le ossa trovate nell’auto c’è anche la mandibola che verrà comparata con una radiografia dell’arcata dentale di Sabrina.

Al lavoro per la procura c’è il medico legale Cristina Cattaneo e i suoi collaboratori, Debora Mazzarelli, del laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense dell’Università degli Studi di Milano, e il tossicologo Domenico Di Candia. A loro, l’avvocato Paolo Sperolini, legale della difesa, ha affiancato il suo consulente Angelo Grecchi, mentre il generale Garofano è stato nominato dall’avvocato Antonino Andronico che rappresenta la famiglia di Sabrina. Nome molto noto al grande pubblico, Garofano si è occupato di vari casi di cronaca nera tra i quali la strage di Erba, il serial killer Bilancia e il caso Cogne.

Al generale, il legale della famiglia ha affiancato il friulano Edi Sanson, per oltre trent’anni carabiniere al nucleo investigativo di Udine e ora in pensione, esperto di scene del crimine che ha seguito casi importanti come quello del ‘mostro di Udine’. L’avvocato Andronico ha scelto il generale Garofano “perché è il papà dei Ris. Nessuno meglio di questi due esperti potrebbe intervenire in una situazione del genere. Hanno la competenza, la capacità investigativa e tutta l’esperienza necessaria per risolvere questo caso”. Gli esperti nominati ieri si sono presi 60 giorni di tempo per rispondere al quesito. Le operazioni peritali cominceranno l’8 settembre.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti