Commenta

Che l'esperienza di Daciano
Colbacchini sia d'esempio
per i nostri atleti

Lettera scritta da D.L.

Daciano Colbacchini: incuriosito mi sono chiesto quali fossero stati i meriti sportivi perchè a lui fosse stato intitolato lo stadio di atletica leggera di Padova. Ostacolista olimpionico e più volte primatista, ben otto, nei 110 metri ostacoli, pioniere dell’aviazione con i gradi di generale ed in seguito imprenditore di eccellenza. Insomma, uno tosto che sapeva cosa e come ottenere ciò che lo appassionava.

Allora, ho pensato, quale miglior occasione e luogo dove cogliere gli stimoli giusti e l’entusiasmo per questi giorni dedicati all’atletica. Decine gli atleti presenti che hanno il merito della passione, dell’impegno, e del sacrificio. Non ci sono alibi ma ciò che conta sono le capacità individuali e la leale competizione: soprattutto quella verso se stessi. Dicevo, la storia si ripete o potrebbe succedere di nuovo come è stata la storia della vita di Daciano. L’importante e crederci con passione e come dici tu con “divertimento”: forza Dario non mollare mai.

D.L.

© Riproduzione riservata
Commenti