Commenta

Covid: durante l'emergenza
donazioni all'ospedale
per oltre 2 milioni

Ammontano a 2.053.777 euro le donazioni ricevute dall’ospedale di Cremona durante l’emergenza Covid. Offerte pervenute da soggetti privati e pubblici, associazioni ed enti, ma anche aziende, finalizzate tutte a sostenere l’Asst nel fronteggiare e superare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Soldi che sono stati utilizzati per una serie di iniziative, un po’ per l’acquisto di attrezzature, un po’ per sostenere l’attività di alcune unità operative. Come i 106.215 euro utilizzati a sostegno della Terapia Intensiva del presidio ospedaliero di Cremona. O come i 203.500 sono state spesi, su richiesta dei donanti, per l’unità operativa di Pneumologia, di cui 80.000,00 sono stati vincolati al finanziamento di borse di studio o acquisizione di nuove risorse professionali. Ci sono poi 8.030 euro a sostegno della Terapia Intensiva del presidio ospedaliero Oglio Po (Casalmaggiore) e  6.600 a sostegno dell’unità operativa di Malattie Infettive di Cremona.

E ancora, tra gli acquisti più importanti in programma, ci sono 16.160 euro vincolati per comprare respiratori e materiale vario per fronteggiare il Covid-19, 40.000 per acquistare uno stimolatore cardiaco automatico per il pronto soccorso e un digitalizzatore per radiologia, 48.312 euro per realizzare un refrigeratore presso il reparto infettivi del presidio di Cremona, mentre 48.800 euro sono stati vincolati alla realizzazione del nuovo locale dializzati infetti al presidio ospedaliero di Cremona.

Altri stanziamenti importanti sono i 155.000 euro vincolati alla realizzazione degli impianti di raffrescamento nei reparti delle terapie intensive dei presidi ospedalieri di Cremona e di Casalmaggiore e delle malattie infettive; 65.260 per l’acquisto di ventilatori polmonari; 50.000 per l’implementazione di una piattaforma di health meeting per specialisti diversi. Infine nel periodo di emergenza, l’Asst ha ricevuto donazioni di beni per un valore complessivo di 1.291.075 euro.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti