Commenta

Prezzi al consumo,
aumentano istruzione,
ristorazione e alcolici

Istruzione, servizi ricettivi e di ristorazione, bevande alcoliche e tabacchi sono le voci di spesa che maggiormente sono andate ad aumentare in un anno, impattando sul bilancio familiare: questo emerge dalla tabella dei prezzi al Consumo redatta dal Comune di Cremona relativa al mese di agosto, che rileva un +2% per l’istruzione, un +1,9% per bevande alcoliche e tabacchi e un +1,2% relativamente alla ristorazione.

Fortunatamente ci sono anche diversi beni i cui prezzi da un anno all’altro risultano in calo: casa, trasporti e comunicazioni. In particolare, quest’ultime calano del 7,3%, -4% per abitazione, acqua, elettricità e combustibili e un -3,8% per i trasporti. Complessivamente la variazione tendenziale dei prezzi registra un -0,7%.

Guardando invece alla variazione congiunturale, ossia i prezzi rispetto al mese precedente, si registra un incremento del 0,3%. Ad aumentare, in particolare, sono i costi dei trasporti (+1,6%) e dei beni ricreativi, spettacoli e cultura (+0,5%). Calano invece i costi delle comunicazioni (-0,5%).

© Riproduzione riservata
Commenti