Ultim'ora
Commenta

Il liceo Manin apre alle
lezioni di educazione fisica
anche nei parchi

foto di repertorio

Ore di motoria in spazi aperti, fuori dai luoghi convenzionali dove gli studenti le hanno svolte finora, ossia le palestre scolastiche. In tempi di prevenzione del rischio di contagio da Covid 19 le scuole si attrezzano e tra queste c’è il liceo Manin che, peraltro, una palestra propria non l’ha mai avuta e utilizza la Barbieri, in via XI febbraio.

In una circolare diffusa tra genitori e studenti, si spiega che la richiesta di poter utilizzare spazi aperti,  almeno fino a quando le condizioni meteo lo consentiranno,è stata fatta alla dirigenza dai docenti di educazione fisica, in attesa di poter tornare ad utilizzare la palestra. Le attività in ambiente naturale, viene spiegato, consentono la conoscenza e tutela del territorio, l’educazione ambientale, lo sviluppo della socialità e della cittadinanza attiva, il potenziamento fisiologico specifico, il miglioramento della socializzazione.

Già a luglio il Comitato Tecnico Scientifico aveva indicato le modalità di ripresa delle attività motorie nel prossimo anno scolastico, precisando che “per lo svolgimento della ricreazione, delle attività motorie …, ove possibile e compatibilmente con le variabili strutturali, di sicurezza e metereologiche, privilegiare lo svolgimento all’aperto, valorizzando lo spazio esterno quale occasione alternativa di apprendimento. (….) Nelle prime fasi di riapertura delle scuole sono sconsigliati i giochi di squadra e gli sport di gruppo, mentre sono da privilegiare le attività fisiche sportive individuali che permettano il distanziamento fisico”.

Le possibili mete, a partire da oggi 24 settembre per gli studenti del Manin sono i giardini pubblici di piazza Roma, Lungo Po Europa e Colonie Padane, Parco del Morbasco. Tra le aree verdi c’è anche porta Mosa, dove però lunedì prossimo inizieranno i lavori di adeguamento tecnologico – impiantistico che potrebbero limitare gli spazi.  Nell’elenco dei luoghi adatti allo scopo, figurano anche altri spazi del centro città, come l’area pedonale di piazza del Duomo e vie limitrofe e l’area di piazza Castello.

Il liceo Manin, che non dispone di una palestra presso la propria sede, utilizza da anni la palestra Barbieri di via XI Febbraio.

© Riproduzione riservata
Commenti