Cronaca
Commenta1

Spogliate da app su Telegram: due cremaschi scoprono il 'giro' e contattano l'Fbi

Sono stati due giovani di Crema, Giorgio Patrini e Francesco Cavalli, a portare alla luce un software che corre su telegram e che consente di “denudare” migliaia di fotografie: gli utenti recuperano dai social le foto di ragazze che vorrebbero vedere senza veli, le girano a questo bot Telegram, che in pochi minuti restituisce l’immagine denudata. I due cremaschi, titolari della società Sensity AI, specializzata in sicurezza digitale, hanno scoperto questo software, nato in Russia, dove ha la propria base operativa: “Abbiamo indagato su questo bot per otto mesi, per scoprirne il funzionamento” ha dichiarato Patrini a La Stampa. “Quindi abbiamo passato tutto il materiale all’Fbi”.

Toccherà ora agli investigatori portare alla luce gli ideatori e i fruitori di questa app. Le foto, una volta pronte, vengono infatti condivise in chat pubbliche e commentate. Sembra che vi siano oltre centomila vittime di questa sorta di revenge porn, che potrebbe diventare anche materiale di ricatto: “Non ci risultano per ora casi in cui questi deepfake siano stati utilizzati per ricattare le ragazze, ma è prevedibile che possa accadere”.

© Riproduzione riservata
Commenti