Ultim'ora
Commenta

Ordinanza a Gerre de' Caprioli e
a Stagno Lombardo: chiusi tutti
gli impianti sportivi comunali

Il campo sportivo di Stagno Lombardo

I sindaci di Stagno Lombardo Roberto Mariani e Gerre de’ Caprioli Michel Marchi hanno firmato questa mattina, venerdì 23 ottobre, un’ordinanza congiunta per la chiusura di tutti gli impianti sportivi comunali, in concessione o gestione a società sportive ove sia praticabile ogni genere di sport di contatto. La decisione è maturata nelle ore precedenti, in particolar modo dopo l’ultima ordinanza regionale che prevede la ripartenza degli allenamenti per gli sport di contatto a patto di distanze e protocolli sanitari più rigidi. Le valutazioni che hanno portato a questa ordinanza congiunta sono state condivise con i dirigenti delle Società Sportive che utilizzano gli impianti, i quali, a stragrande maggioranza, hanno condiviso la scelta e gli obiettivi.

“Ci sentiamo – hanno detto Mariani e Marchi – di trasmettere un messaggio, se vogliamo forte, ma chiaro. Oggi, come sei mesi fa, è in gioco la salute dei nostri paesi e delle nostre famiglie. Stiamo tutti con fatica assimilando un nuovo modo di vivere e socializzare che probabilmente ci porteremo a lungo. Ma oggi, stante l’andamento della pandemia e dei contagi, non è il momento dei sotterfugi o delle scappatoie normative. E’ il momento della responsabilità. Se davvero crediamo nell’obiettivo comune di salvaguardare al massimo scuola e lavoro, da tenere aperti con i denti stretti, dobbiamo inevitabilmente sacrificare qualcosa”.

I due sindaci quindi hanno aggiunto: “Questo provvedimento, lo sappiamo, avrà maggiori ripercussioni sulle fasce più giovani. Siamo anche noi padri prima di Sindaci e viviamo le difficoltà legate alla privazione di socialità delle nostre figlie. Ma proprio per questo abbiamo deciso oggi di chiudere, in attesa di capire se i provvedimenti nazionali e regionali da poco avviati avranno qualche effetto sulla curva pandemica, sperando di poter riaprire quanto prima i cancelli che, noi come tutti, soffriamo a vedere chiusi”.

“I nostri Comuni – hanno concluso – stanno erogando in queste settimane fondi ai giovani residenti che si sono iscritti ad una attività sportiva per il 2021/2021, e direttamente alle società per la ripresa delle loro attività, perché crediamo fortemente nello sport e nei suoi valori fondanti. Siamo certi che questo stop non fermerà la loro voglia di nuove sfide e nuovi traguardi. L’Ordinanza ha valore da oggi 23.10.2020 fino a revoca, in relazione a nuovi DPCM o Ordinanze Regionali che eventualmente interverranno”.

© Riproduzione riservata
Commenti