Ultim'ora
Un commento

Truffa online per casa
vacanze nel Lazio: sgominata
banda cremonese

Un’operazione congiunta del commissariato di Gaeta e della Polizia Postale di Cremona ha portato alla denuncia di una 54enne residente in provincia, D.M.B., pluripregiudicata, per i reati di truffa e sostituzione di persona. Ingegnosa la formula adottata dalla donna, che si era finta interessata ad affittare una casa vacanze sul litorale pontino, dopo aver letto un annuncio su un portale on line. A cadere nella trappola, una donna di 50 anni di Gaeta, contattata da DMB, poco dopo aver pubblicato l’annuncio. Quest’ultima si mostrava molto interessata all’appartamento, tanto da non contrattare minimamente sul prezzo. Proponeva però alla proprietaria una particolare formula di pagamento della caparra mediante uno sportello automatico delle Poste Italiane. La proprietaria si lasciava convincere e si recava a uno sportello dove, attenendosi a tutte le informazioni che riceveva per telefono, inseriva la sua carta e digitava un codice: solo successivamente avrebbe scoperto che quel numero era l’IBAN della carta ricaricabile in possesso della truffatrice. Soltanto la sera si accorgeva di essere stata raggirata e, anziché ricevere la somma di  500 euro quale anticipo dell’affitto, in realtà aveva versato tale importo su un altro conto corrente.

La 50enne a quel punto ha sporto denuncia presso il commissariato di Gaeta che, con l’ausilio della Polizia postale risaliva all’autrice della truffa, riuscendo ad individuare il conto corrente di appoggio dove confluivano i soldi oggetto delle truffe, che risulterebbe a disposizione di una banda di truffatori della zona. La donna è stata denunciata anche per sostituzione di persona in quanto per portare a termine le malefatte si era impossessata del nominativo di una giovane rimasta vittima di furto d’identità.

© Riproduzione riservata
Commenti