Cronaca
Commenta

Artificieri cremonesi a Perledo Ma la bomba da rimuovere era un'innocua bombola

Foto di repertorio

Artificieri del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona in azione a Perledo, in provincia di Lecco, per la rimozione di un ordigno. Ma questa volta c’è stata una sorpresa: non si trattava di una granata di artiglieria, ma di un’innocua bombola d’ossigeno. L’operazione, avvenuta stamattina in via alla Cava Alta, è durata un’ora e l’area è stata dichiarata off limits per un raggio di 400 metri. Gli uomini dell’Esercito cremonese hanno recuperato il residuato sotto gli occhi di una mezza dozzina di carabinieri e con l’assistenza di un equipaggio della Croce Rossa militare. L’oggetto, della lunghezza di 188 centimetri e del diametro di una ventina di centimetri, è risultato essere una bombola in uso a bordo dei caccia della Luftwaffe.

© Riproduzione riservata
Commenti