Ultim'ora
Commenta

Vaccino anti-Covid, via con
la seconda dose ai primi
50 operatori dell'ospedale

Sono iniziate nel pomeriggio di lunedì 18 gennaio le somministrazioni della seconda dose del vaccino anti-Covid, presso l’Asst di Cremona. La somministrazione riguarderà ovviamente i primi operatori (non solo medici e infermieri, ma anche operatori Areu e delle Croci, operatori socio-sanitari, addetti alle mense e al servizio di pulizia e sanificazione) che avevano partecipato al V Day del 27 dicembre. Allora furono 50 le persone che ricevettero il vaccino a Cremona, le stesse di oggi decurtate dei cremaschi che stanno provvedendo presso il locale ospedale.

La settimana proseguirà con altre sedute dei  dipendenti dell’Asst, dove è stata raggiunta una percentuale di adesione dell’80%, andata incrementandosi di giorno in giorno grazie alla campagna di sensibilizzazione.

I temuti ritardi nelle forniture della Pfizer per ora non stanno interessando Cremona: domani arriveranno i flaconcini utili per coprire l’intera settimana; dalla prossima inizierà il ciclo di richiamo per coloro che hanno ricevuto la prima dose una settimana dopo i primi.

Come spiega la responsabile dell’U.O. Vaccinazioni, Antonella Laiolo, “non abbiamo avuto segnalazioni di particolari reazioni sui primi vaccinati, se non quelle che ci si può attendere dopo qualsiasi vaccinazione (dolore al movimento del braccio, malessere, linfonodi ingrossati, qualche linea di febbre ecc). Il dolore al muscolo è abbastanza costante anche perchè il componente attivo è sospeso in un mezzo lipidico e ha una densità maggiore”. La protezione ‘completa’ inizia sette giorni dopo la seconda dose, ma già dopo i primi 10 -15 giorni la prima offre una protezione anticorpale.

Dalle sperimentazioni fatte finora – aggiunge Laiolo – gli anticorpi durano 9 – 12 mesi, ma anche all’esaurirsi della loro efficacia resta  nell’organismo una ‘memoria anticorpale’ che renderà più facile sviluppare le difese in caso di nuovo contagio.

Servizio di Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti