Ultim'ora
Commenta

Piano per il diritto allo studio
2020/21, terminati gli incontri
di presentazione dei progetti

(foto di repertorio)

Apprezzamento unanime e disponibilità ad una piena quanto fattiva collaborazione. Questo, in estrema sintesi, il risultato degli incontri, appena terminati, che l’assessore all’Istruzione Maura Ruggeri ha tenuto con i rappresentanti degli Istituti Comprensivi cittadini per la presentazione del Piano per il diritto allo studio 2020/21 approvato dal Consiglio Comunale nelle scorse settimane.

“E’ una grande capacità di resilienza quella manifestata dalla scuola dove l’attività didattica si è svolta in presenza dall’infanzia fino alla secondaria di primo grado, anche se la collocazione in zona rossa interrompe tale continuità per le seconde e le terze classi di tale ordine. Gli Istituti Comprensivi, complessivamente, non solo hanno tenuto, ma grazie alla collaborazione di tutti, dopo le ansie e le fatiche della ripartenza, hanno trovato un loro equilibrio convivendo con la pandemia”, dichiaraRuggeri.

“All’Amministrazione comunale – prosegue l’assessore – è stato chiesto un accompagnamento che è stato riconosciuto nell’offerta del Piano. Nessuno dei dirigenti con in quali è avvenuto il confronto rinuncia ai progetti che, in rete con altre realtà scolastiche, aveva programmato: i temi delle competenze linguistiche a 360 gradi compresa la seconda lingua, della educazione musicale, dell’educazione alla cittadinanza, dell’ambiente, dell’orientamento e del contrasto della dispersione scolastica continueranno ad essere sviluppati con il supporto delle risorse del Piano per il diritto allo studio con gli opportuni adattamenti in base alla situazione delle diverse scuole, ma sempre in una logica di continuità e di sviluppo”.

Accanto alle progettualità sopra elencate, con il supporto del Settore Politiche Educative del Comune, saranno organizzati interventi destinati a insegnanti e genitori con “specialisti di riconosciuta competenza, interventi che riguarderanno sia la prevenzione dell’epidemia ed i vaccini, che tematiche di carattere innovativo a supporto di tutta la rete di scuole”, come sottolineano dall’Amminsitrazione.

“Mentre sono in corso le iscrizioni per il prossimo anno scolastico, che ci si augura non sia più tormentato dalla pandemia, si guarda ad una normalità ritrovata che non potrà semplicemente riprendere da dove si era interrotta perché quello che è accaduto richiede una rielaborazione, ma anche una prospettiva innovativa a cui tendere”, conclude Ruggeri.

© Riproduzione riservata
Commenti