Cronaca
Commenta1

Castelvetro, le attività si affidano a nuove modalità di vendita: 'Non vogliamo sentirci inutili'

A separare la zona rossa lombarda da quella arancio emiliana c’è solo un ponte che attraversa il fiume Po e delinea un sottile confine tra negozi chiusi e attività aperte. Ma anche nel comune di Castelvetro Piacentino, dove le serrande vengono alzate tutti i giorni, gli affari sono pochi e per poter lavorare si ricorre sempre più spesso alla tecnologia e ai social creando così un rapporto virtuale con la clientela.

Instagram e Facebook diventano il mezzo per promuovere la propria attività, soprattutto in questi giorni di saldi, mettendosi in gioco con un po’ di fantasia e un pizzico di coraggio come stanno facendo ormai da qualche settimana Sabina Buelli e Simona Meli commercianti di due negozi di abbigliamento al di là del ponte, un confine che viene rispettato dai cremonesi che si mostrano ligi alle regole.

“Non ci siamo inventati niente di particolare – dice Buelli -, però il fatto di fare storie modo più immediato per fare sentire vicini i clienti: la nostra è una vendita personalizzata e qui è un ambiente famigliare”. “In questo particolare momento storico l’unica cosa che non ci si vuole sentire è inutili”, commenta Meli.

(nel video le interviste complete di Cristina Coppola)

© Riproduzione riservata
Commenti