Chiesa
Commenta2

Museo diocesano, nascerà un bistrot - ristorante nei locali di palazzo Vescovile

Uno spazio per la ristorazione negli ambienti di palazzo vescovile che sono stati sede della cooperativa Cittanova e dell’agenzia viaggi ProfiloTour. L’iniziativa, annunciata dal sito  della Diocesi, rientra nell’ambito del progetto del nuovo Polo museale che comprenderà la Cattedrale, il Museo verticale del Torrazzo, il Battistero e il nascente Museo diocesano. Vi troveranno spazio una sala ristorante con cucina, una locanda e la caffetteria del museo.

 

“L’obiettivo è quello di riqualificare un’altra parte del palazzo vescovile, completando l’offerta di accoglienza del Museo diocesano con una zona appositamente dedicata alla ricettività dei turisti e dei visitatori che potranno accedere direttamente al termine della conclusione del percorso espositivo”, ha sottolineato don Gianluca Gaiardi, responsabile dell’Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici.

La gestione di queste attività di ristoro sarà affidata a una cooperativa specializzata nel dare lavoro a giovani che vivono situazioni di disagio e difficoltà.

«Potranno lavorare soggetti provenienti dal mondo delle nostre cooperative – spiega Cristiano Beltrami di Caritas Cremonese – inserite in percorsi di recupero o con una loro residualità lavorativa importante. Grazie alla cooperativa Carità e lavoro da oltre vent’anni ci occupiamo di inserimenti in diversi settori come la ristorazione o la produzione, senza dimenticare il coinvolgimento dei privati e la promozione della produzione locale».

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti