Politica
Commenta

Piano energetico Lgh La Lega: 'E' mancato il coinvolgimento dei Comuni'

Nella foto di repertorio, gli esponenti della Lega Federico Lena, Simone Bossi, Fabio Grassani, Silvana Comaroli

Ora anche la Lega (dopo Forza Italia Cremona e gli ambientalisti, seppure con diverse motivazioni) contesta il piano energetico presentato dal Comune di Cremona in sinergia con LgH e Padania Acque.

“Il piano – affermano Fabio Grassani e Tiziano Filipponi, commissari per Cremona e Crema  –  comporta interventi a lungo termine, e importanti investimenti che si concretizzano quasi esclusivamente a vantaggio del capoluogo. Scelta legittima, ma ci chiediamo come mai il resto del territorio non sia stato interessato o consultato, quando vi sono comuni per i quali la multiutility ha in essere contratti di servizio la cui tariffa è a carico dei cittadini.”

“Le tematiche ambientali, energetiche e dell’economia circolare devono essere affrontate con lo stesso spirito e la stessa impostazione che viene tenuta rispetto alle infrastrutture, allo sviluppo economico e più recentemente anche riguardo alla sanità, coinvolgendo tutti i comuni del territorio provinciale e la Provincia stessa, come i tavoli per la competitività, senza per questo sminuire Cremona, Crema e Casalmaggiore nel loro ruolo di capifila”.

“Siamo concordi con i sindaci che hanno già manifestato la richiesta di essere coinvolti e li sosterremo”, concludono.

© Riproduzione riservata
Commenti