Cronaca
Commenta4

Minacce e percosse alla donna di cui era invaghito: divieto di avvicinamento per un 41enne

(foto di repertorio)

Nella giornata di ieri, lunedì 8 marzo, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa emessa, sempre nella giornata di ieri, dal GIP su richiesta della Procura della Repubblica di Cremona nei confronti di un cittadino italiano di 41 anni residente in città.

Il provvedimento è stato emesso, a seguito di un’accurata e tempestiva attività investigativa degli investigatori della Squadra Mobile, a causa delle continue condotte vessatorie e persecutorie poste in essere dall’uomo nei confronti della vittima, una donna di 45 anni, anch’essa residente a Cremona, di cui l’uomo si era invaghito.

Il 41enne da diverso tempo aveva iniziato a perseguitarla, minacciandola e seguendola più volte suoi spostamenti, presentandosi presso l’esercizio commerciale gestito dalla donna, presso la sua abitazione e i luoghi da lei frequentati.

In diverse occasioni, la 45enne è stata apostrofata con epiteti ingiuriosi e, in alcune circostanze, anche percossa.

Tale situazione ha generato nella persona offesa un perdurante e grave stato di ansia che le ha provocato ripercussioni fisiche e psichiche, oltre ad un ragionevole timore per la propria incolumità.

La misura adottata inibisce all’uomo di avvicinarsi alla vittima e di comunicare con lei con qualsiasi mezzo.

© Riproduzione riservata
Commenti