Cronaca
Commenta10

Vaccinazioni in Fiera, Asst: 'Nessuna dose è andata sprecata'

“A causa di un problema del sistema di gestione delle prenotazioni per la vaccinazione anti-covid, le agende di sabato 20 marzo 2021- riferite all’HUB vaccinale di Cremona Fiere – non comprendevano i 500 appuntamenti previsti e destinati alle persone ultraottantenni”.

Ats Val Padana e Asst di Cremona ricostruiscono così quanto accaduto accaduto oggi, sabato 20 marzo, all’Hub vaccinale in Fiera.

Al fine di garantire l’erogazione del vaccino, l’ASST di Cremona – in accordo con ATS della Val Padana – “si è attivata per convocare gli operatori della Fase 1 bis (sanitari extra ospedalieri)”.

Sono state inoltre accettate “tutte le persone ultraottantenni che si sono presentate spontaneamente presso l’Hub vaccinale, rispondendo all’appello social circolato liberamente in rete sin dalle prime ore del mattino”.

“Va ricordato – sototlineano in una nota congiunta Ats e Asst – che tutte le persone che sono state vaccinate presso gli Hub vaccinali dell’ASST di Cremona (oggi come nei giorni precedenti) appartengono esclusivamente alle categorie aventi diritto (Ove 80, sanitari extra-ospedalieri, insegnanti, Forze dell’ordine)”.

“Nessuna dose è mai andata sprecata e anche nella giornata di oggi tutti gli slot disponibili sono stati coperti”, precisano le Agenzie.

Le Direzioni dell’ASST di Cremone e ATS Val Padana hanno “informato la Dg Welfare di Regione Lombardia dell’accaduto e agito di comune accordo”.

“Un ringraziamento – conclude la nota – doveroso agli operatori dell’ASST di Cremona che si sono distinti, ancora una volta, per professionalità e grande prontezza di spirito. Grazie ai Volontari di SIAMO NOI e alla Protezione Civile per l’aiuto fornito nell’accoglienza degli utenti”.

© Riproduzione riservata
Commenti