Cronaca
Commenta

Imprese premiate: a Cremona
Arbra Service e Paolo Beltrami

Arbra

Per valorizzare l’impegno delle imprese lombarde nella lotta e nella gestione della pandemia, l’assessorato allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, ha istituito un premio dal titolo ‘L’impresa oltre l’impresa’.

I riconoscimenti sono stati consegnati oggi a Palazzo Lombardia dal presidente della Regione, Attilio Fontana, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi.

“Abbiamo premiato – ha spiegato il presidente Fontana – 20 modelli di eccellenza di aziende che, in diversi territori lombardi, si sono distinte con strategie innovative a favore dei propri dipendenti, clienti e fornitori per attivare un meccanismo virtuoso di promozione delle buone pratiche riproducibili. Attività – ha concluso Fontana – che le imprese hanno messo in atto prevalentemente durante tutto il periodo della pandemia da Covid”.

“È stato doveroso e lo è tutt’oggi ringraziare i medici, gli operatori sanitari i volontari, ma è arrivato anche il momento di ringraziare le nostre imprese e gli imprenditori. L’iniziativa di oggi vuole essere soprattutto il ringraziamento a chi crea lavoro. Alle tante aziende lombarde tra cui queste venti premiate che hanno fatto tanto per il nostro territorio, le Comunità, i loro dipendenti e per la loro stessa attività” ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico Guido Guidesi introducendo l’evento. “Hanno aiutato anche a livello sociale la nostra Regione. Insieme a loro vogliamo passare dalla fase emergenziale alla fase strategica evidenziando gli esempi positivi che saranno riconosciuti con questi premi. Questo è il connubio tra pubblico e privato che resta la ‘ricetta’ vincente di Regione Lombardia e che lo sarà ancora nel futuro”.

Due le aziende premiate in provincia di Cremona: Gruppo Arbra Service srl e il Gruppo Paolo Beltrami Costruzioni spa di Paderno Ponchielli.

ARBRA FORMAZIONE SRL – Arbra Formazione srl nasce a Cremona nel 2011 dall’idea imprenditoriale di Germana Scaglioni. Il suo desiderio era quello di far nascere un centro formativo che potesse sostenere le imprese locali con formazione di qualità e costi contenuti. Compito non facile in un territorio fortemente segnato dalla crisi economica vissuta in Italia negli anni 2008-2010. Da qui la volontà di allacciare subito rapporti stabili con FormAzienda (fondo del Cremasco), per far restare le risorse sul territorio cremonese e lombardo. In questi nove anni, Arbra è cresciuta sia come numero di dipendenti (oggi conta 8 collaboratori) sia come offerta formativa: è un ente accreditato in Regione Lombardia, è provider Ecm per la formazione continua nella sanità, è accreditato Dan per la formazione dell’utente all’uso del defibrillatore e si è accreditato anche per un nuovo fondo, Formatemp, per la formazione dei disoccupati. A oggi sono più di 800 le aziende clienti. Arbra ogni anno forma più di 9.000 lavoratori.

IL PROGETTO – Nel febbraio 2020 esplode l’emergenza sanitaria con limitazioni, distanziamento, protocolli apparentemente in contrasto con l’idea standard di formazione. Arbra ha allora scommesso su di sè e sulle proprie capacità. I progetti con le Agenzie per il lavoro sono proseguiti, intercettando il loro bisogno di formazione. Con una di queste Apl e con un noto sindacato a marzo è stato fatto partire un corso per operatori disoccupati, da istruire per svolgere la campagna 730 nei Caaf: si è trattato di 7 corsi tra Bergamo, Milano con circa 150 discenti, nonché di centinaia di ore erogate in 6 aule virtuali. Si è così passati da una formazione nella modalità classica di aula in presenza a quella online con aule virtuali, o facendo da regia (con corsi propedeutici all’utilizzo delle strumentazioni per docenti e allievi). Tale progetto pilota, rivelatosi vincente, è stato replicato con altre due Agenzie per il lavoro, (GiGroup e Sapiens) facendo partire 2 corsi di Fad per Rsa con carenze nel personale Oss e Asa. Ciò ha riversato sul territorio finanziamenti per circa 300.000 euro, nonché coinvolto 35 disoccupati e una decina di Rsa provinciali. Inoltre, avendo la Regione chiesto una formazione mirata sul contenimento Covid, si è costituito un apposito Comitato scientifico, guidato da un ex-graduato dell’Esercito italiano, esperto in guerra batteriologica. Ciò in quanto in quel momento non erano disponibili i medici, impegnati nelle strutture sanitarie per fronteggiare l’emergenza Covid. Si sono così formati gratuitamente in aule virtuali, con corsi finanziati dal Fondo Formazienda, circa 2.000 operatori delle Rsa cremonesi e circa 1.300 operatori dell’Asst di Bergamo Ovest con un progetto di Fad asincrona. Sono stati inoltre donati 50 tablet alle Rsa del territorio, consentendo così anche ai dipendenti che ne fossero sprovvisti di usufruire del servizio e poter andare in formazione. I tablets donati sono serviti poi anche ai degenti, per parlare a distanza con i familiari.

PAOLO BELTRAMI COSTRUZIONI SPA (Paderno Ponchielli) – Paolo Beltrami Costruzioni Spa è un’azienda di 140 dipendenti che opera nel settore edile da oltre 50 anni, la cui mission è sempre stata: garantire elevata qualità del costruito e massima precisione nello stimare tempi e costi. La competenza e professionalità delle risorse umane sulle quali si è da sempre fatto molto affidamento, l’elevato livello manageriale e gestionale, nonché operativo, ha permesso all’Azienda di acquisire sempre nuovi ed importanti clienti con cui nel tempo ha instaurato un rapporto consolidato. Etica, professionalità, qualità e soddisfazione dei clienti, così come cura dell’ambiente, della sicurezza e della salute dei lavoratori, sono i principi sui quali si si fonda il know-how aziendale.

Beltrami

IL PROGETTO – L’azienda ha dato una rapida e veloce risposta allo stato di emergenza, provvedendo a informare i committenti sui presìdi che si sarebbero messi in atto, per poter proseguire le attività lavorative, per sé e per l’intera filiera di fornitori e stakeholder. Si è riusciti nonostante le difficoltà del momento a reperire tutti i necessari dpi, anche quelli specifici, in quanto l’azienda da sempre opera anche nei comparti ospedalieri e delle Rsa, consentendo così la prosecuzione delle attività, ed al contempo tutelando al massimo i lavoratori e gli stakeholder, quest’ultimi hanno usufruito in caso di necessità dei dpi forniti dalla Paolo Beltrami Costruzioni spa. Tali attività sono state concordate, da subito, dal Comitato aziendale Covid (costituito da datore di lavoro, Rspp, medico competente e Rls) il quale ha predisposto un’istruzione operativa che ha previsto e tuttora prevede attività di disinfezione mensili (da parte di ditta specializzata) degli uffici, dei locali in uso, spogliatoi, officina, locale fabbro, nonché dei mezzi e attrezzature aziendali, oltre alle attività di misurazione della temperatura corporea, delle verifiche interni dei presidi messi in campo e altro dettagliato in procedura. Lo stesso ha eseguito attività di formazione a tutti i dipendenti. Successive ispezioni di verifica e controllo sono state messe in atto su tutti i cantieri, per ognuno dei quali è stato costituito un Comitato Covid, predisponendo anche qui una specifica istruzione operativa che ha previsto e tuttora prevede attività di disinfezione mensili (da parte di ditta specializzata) di tutti i baraccamenti e delle aree logistiche dei cantieri. Le istruzioni predisposte sono state condivise con le parti sociali territoriali attraverso un webinar. L’azienda ha inoltre provveduto alla predisposizione di una assicurazione per tutti i dipendenti, in caso di problematiche legate al Covid dal titolo ‘Covid-19 Realmente Uniti’ con la Reale Mutua, la polizza è tuttora in essere.

© Riproduzione riservata
Commenti