Cronaca
Commenta

90 pensionamenti in Comune,
corsa al ricambio di personale

Il Comune di Cremona corre ai ripari dopo il boom di pensionamenti, una novantina in tutto. A spiegare il futuro assetto del personale è l’assessore Maura Ruggeri. “Nel 2020 sono 38 i dipendenti che hanno raggiunto l’età della pensione, mentre quest’anno saranno 38 e altri 22 il prossimo anno” .

A peggiorare la situazione, nel 2020, a causa del Covid, sono stati bloccati tutti i concorsi. L’amministrazione ha quindi dovuto trovare altre forme di assunzione per sopperire alle carenze del personale, attraverso la mobilità, con contratti di formazione lavoro e attingendo a graduatorie ancora attive.

Gli uffici maggiormente in sofferenza sono quelli dell’area tecnica e amministrativa. “Già 12 dipendenti saranno assunti a settembre per l’area tecnica – ha spiegato l’assessore Ruggeri – inoltre è stata fatta una preselezione per gli amministrativi le cui prove scritte si terranno a settembre sia per la categoria D che C”

Non solo impiegati: il ricambio coinvolgerà anche l’area dirigenziale, che sarà rinnovata entro fine mandato. Di fatto il concorso di dirigente per la cultura si è concluso con l’assegnazione del posto a Chiara Bondioni, ma già quest’anno ci saranno altri tre concorsi: quello del direttore del personale, della polizia municipale e della mobilità e lavori pubblici.

Nel 2022 sarà aperto il bando per il dirigente delle politiche educative. Entro fine mandato, cioè nel 2024, andranno in pensione anche i dirigenti Mara Pesaro, Lamberto Ghilardi, Mario Vescovi e Tania Secchi.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti