Ambiente
Commenta

Analisi salute piante: "strage" di
robinie nelle vie Serio e Fulcheria

Dopo le polemiche il Comune ha pubblicato sul proprio sito la relazione sullo stato di salute delle piante redatta dallo studio Miceli Solari. In via Serio si salvano dall'abbattimento solo 4 robinie su 50; in via Fulcheria 5 su 41.

Dopo la raffica di lamentele sui tagli delle piante, l’amministrazione comunale ha deciso di pubblicare oggi sul proprio sito Internet l’intera relazione dello studio di agronomi Miceli Solari, con le schede dettagliate di tutte le piante esaminate. Analisi strumentali e visive che hanno determinato la necessità di abbattere circa 130 essenze in una decina di luoghi pubblici cittadini, a cominciare da via Adda, a inizio agosto e che stanno proseguendo tuttora.

Già noti i luoghi dove sono avvenuti o avverranno gli interventi; quello che di nuovo viene adesso messo a disposizione del pubblico, è la diversa classificazione delle piante, per ciascuna via, a seconda delle differenti condizioni di stabilità. In via Adda, ad esempio, sui 14 tigli esistenti, solo tre necessitavano di abbattimento in quanto in classe D, la più pericolosa, e quindi a rischio cedimento. Altre 11 piante invece sono in classe C, bisognose cioè di manutenzione annuale di potatura e diradazione chiome.

Più drastico l’intervento sulle piante del parcheggio tra via Aglio e via Boschetto: dei 12 pioppi esaminati, ben 8 sono da abbattere e solo 4 necessitano di manutenzione.

In via Boschetto su 14 piante esaminate, sono state abbattute 7 robinie (tutte quelle oggetto di indagine) e 4 pioppi neri: solo tre si sono salvate dai tagli.

Va meglio in via Cimitero: su 32 piante, tigli, poste sul lato sud del camposanto, solo 5 sono da abbattere.

In via dei Cipressi, 21 tra pioppi e robinie le piante esaminate; 8 quelle da tagliare.

Assolutamente drastico l’intervento che avverrà in via Fulcheria: quasi tutte in classe D le piante ad alto fusto che ombreggiano la strada, precisamente 36 su 41 esaminate e quindi da abbattere. Restando nel quartiere Po, anche la situazione di via Serio è grave: delle 50 robinie presenti su entrambi i lati, solo 4 si salveranno. Va molto meglio per i 92 platani di viale Po sottoposti a indagine: solo uno sarà da abbattere, per tutti gli altri viene consigliata o la spollonatura ogni due anni, o la riduzione chioma una volta all’anno. Quasi tutte le piante si presentano in classe B, conseguenza anche degli interventi di sostituzione avvenuti in anni recenti a seguito della morìa causata dal ‘cancro colorato’.

Dei 38 ippocastani della omonima via, solo 5  si presentavano in condizioni di stabilità precaria.

Sono querce, invece, le 25 piante di via Marmolada, dove l’intervento è avvenuto nei giorni scorsi: 9 quelle abbattute, per le altre 16 necessaria manutenzione.

Buona anche la situazione all’interno dei Bastioni di porta Mosa: su 54 piante ad alto fusto e di varie specie, solo una è da abbattere, un ippocastano, mentre le altre ricadono in classe B o C, alcune anche in classe A, la migliore.

In conclusione, si legge nello studio, sono state analizzate tramite analisi visiva 393 piante e in 187 casi si è ritenuto di approfondire l’analisi mediante analisi strumentale. Da qui la necessità di 133 abbattimenti complessivi. g.biagi

 

© Riproduzione riservata
Commenti