Cronaca
Commenta

A2A e Linea Group, via libera
dai soci alla fusione

Il matrimonio è fatto: le assemblee straordinarie di Linea Group Holding e A2A hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione della multiutility di Cremona e Pavia in A2A, che già la controllava con il 51% delle quote. La decisione è stata presa tra ieri e oggi, venerdì 8 ottobre.

Il Consiglio Comunale di Cremona aveva dato parere positivo a questa operazione a fine maggio, dopo tre riunioni di commissione che hanno sviscerato tutti i punti della proposta portata avanti dalla multiutility milanese – bresciana. Come aveva spiegato il sindaco Galimberti, l’operazione avrebbe portato una serie di elementi positivi, come gli investimenti nel campo delle bioenergie, ma anche la scelta di una parnetship che possa garantire lo sviluppo territoriale. Con questo accordo i soci Lgh diventano, di fatto, minoritari: ad Aem rimane lo 0,85% delle quote di partecipazione.

© Riproduzione riservata
Commenti