Cronaca
Commenta

Consiglio comunale, obbligo di
Green Pass per i componenti

(foto di repertorio)

Attraverso una nota, il presidente del Consiglio Comunale Paolo Carletti ha reso noto che “considerato che la normativa specifica estende l’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 ai soggetti titolari di cariche elettive, la Presidenza del Consiglio Comunale ha provveduto, con proprio decreto, a fornire disposizioni rivolte ai consiglieri comunali”.

In sintesi, ai componenti del Consiglio comunale, “ai fini dell’accesso alle sedi comunali per la partecipazione ad attività istituzionali dell’Ente, dal 15 ottobre 2021 è fatto obbligo di possedere ed esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19 (Green Pass)”.

Fatta eccezione per le persone esentate dalla campagna vaccinale, l’accesso del consigliere nelle sedi comunali per l’espletamento del mandato amministrativo “non è dunque consentito in alcun modo e per alcun motivo”, se non si è in possesso del Green Pass. Carletti sottolinea che “non sono ammissibili deroghe all’obbligo”, pertanto, “non è consentito, per esempio, richiedere la partecipazione da remoto a riunioni e sedute istituzionali di organi collegiali convocate in presenza, sulla base del mancato possesso di tale certificazione”.

Gli accertamenti e le verifiche sul possesso del green pass sono delegati al personale addetto alla Segreteria consiliare e al personale comunale addetto a queste operazioni. “Coerentemente con la disciplina sul trattamento dei dati personali – prosegue la nota del presidente -, non è comunque consentita la raccolta dei dati relativi alle certificazioni esibite dagli amministratori né la conservazione della loro copia”.

“Con tali disposizioni – conclude Carletti – il Consiglio Comunale di Cremona si allinea alla disciplina nazionale e mantiene alta l’attenzione sul tema del sostegno alla campagna vaccinale che ha portato il Consiglio alla discussione e all’approvazione di diverse mozioni sull’argomento”.

© Riproduzione riservata
Commenti