Cronaca
Commenta

Furto di un cellulare e ricettazione
di vestiti, un arresto e una denuncia

Un arresto e una denuncia (quest’ultima a carico di un minorenne) messe a segno dalla Polizia di Cremona, per i reati di furto e ricettazione, al termine di un’indagine lampo condotta con il personale della Squadra Mobile e della Volante, a seguito di una segnalazione per furto.

Tutto è iniziato nel primo pomeriggio di venerdì, quando una donna ha chiamato in questura per denunciare il furto del cellulare ai danni del figlio, avvenuto poco prima all’esterno del Cremona Po. A seguito delle indagini, scattate immediatamente, gli agenti sono riusciti a geolocalizzare l’apparecchio presso la stazione ferroviaria di Cremona. Immediato l’intervento della Squadra Volante, che ha individuato i due responsabili del furto, entrambi senegalesi.

La perquisizione ha consentito di rinvenire anche una patente e un altro telefono, entrambi rubati. Non solo: i due avevano delle borse abilmente schermate, in modo artigianale, con carta stagnola, in modo da neutralizzare i dispositivi antitaccheggio. All’interno erano custoditi diversi capi di vestiario, anch’essi verosimilmente provento di furto, con ancora attaccate la placche antitaccheggio.

A seguito del controllo dei filmati delle telecamere a circuito chiuso del centro commerciale, gli agenti sono riusciti a inchiodare i due giovani come autori del reato di furto, mentre per il resto degli oggetti rinvenuti è scattata la denuncia per ricettazione. L’arresto (del maggiorenne) è stato convalidato con giudizio direttissimo e all’arrestato è stato imposto il divieto di dimora nel comune di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti