Cronaca

Screening Hiv, il Covid fa diminuire
gli accessi: 113 quest'anno al Serd

Sono scesi dai 229 del 2019 ai 113 di quest’anno i nuovi screening dell’Hiv effettuati dal servizio dipendenze di Cremona, questi i dati diffusi oggi, nella giornata internazione di lotta contro l’Aids. Un virus letale, per il quale non è mai stato formulato il vaccino e  che dal 1981 ad oggi ha fatto 39 milioni di morti nel mondo. L’emergenza Covid 19 da due anni a questa parte ha causato una diminuzione gli accessi agli screening, che proprio oggi il Serd sta facendo in via Dante, alla ciclofficina presos le tramvie per sensibilizzare su questo tema.

I nuovi contagi si contano sulle dita di una mano nel territorio cremonese ma “siamo convinti che ci sia un mancato rilievo di alcuni casi, quindi lo sforzo rimane alto sul fronte della prevenzione”, afferma il direttore del Serd Roberto Poli. Che rileva, di pari passo, un aumento significativo dei nuovi casi di altre malattie sessualmente trasmissibili soprattutto tra i più giovani: sifilide, gonorrea e le infezioni da papilloma virus, che rappresentano la metà di questa categoria. gb

 

© Riproduzione riservata
Caricamento prossimi articoli in corso...