Economia
Commenta

Epaca Cremona: Assegno unico
e universale, tante richieste

“L’Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie, attribuito per ogni figlio minorenne a carico e fino alla maggiore età e, in presenza di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni di età. L’Assegno unico è riconosciuto anche per ogni figlio a carico con disabilità senza limiti di età. È detto “unico” perché punta a semplificare e potenziare gli interventi in favore della genitorialità e della natalità. Ed è “universale” perché viene garantito a tutte le famiglie con figli a carico residenti e domiciliate in Italia”.

A parlare è Riccardo Campanile, responsabile provinciale di Epaca Cremona, il Patronato nato in casa Coldiretti, riconosciuto dallo Stato sin dal 1954, a disposizione di tutti  i cittadini in tema di previdenza e assistenza.

“In tempo di pandemia la nostra presenza si è fatta ancora più importante, ancora più necessaria per i cittadini” evidenzia Campanile. “La pandemia  inevitabilmente ha portato con sé nuovi bisogni. Siamo stati in questi due anni un punto di riferimento per tante famiglie e tanti lavoratori cremonesi. La nostra intermediazione – rispetto alle varie istanze da presentare, agli iter necessari per attivare i nuovi diritti legati ai ristori per la pandemia – è stata fondamentale per dare accesso alle prestazioni a tantissime famiglie. Attualmente c’è grande attenzione rispetto al tema del nuovo “assegno unico universale”. Tanti cremonesi, tante famiglie, ci contattano per chiedere informazioni. Ed è senza dubbio anche questo un segno delle difficoltà, anche economiche, che l’emergenza legata al Covid-19 ha portato con sé”.

Il ruolo di Epaca è spesso essenziale per assicurare a tanti cittadini l’accesso alle prestazioni, ai benefici cui hanno diritto. Ci sono cittadini in grado di avanzare le richieste autonomamente – rimarca il Patronato Epaca –  avendo una buona padronanza degli strumenti tecnologici. Ma ci sono anche tante persone con un accesso più faticoso, meno naturale, ai mezzi informatici necessari per presentare le varie istanze. “Sono orgoglioso di dire che il nostro ruolo, ancor più in questi anni così difficili, è stato anche quello di dare soddisfazione ai diritti dei cittadini, assistendoli nell’iter burocratico necessario per ottenere quanto spettava loro” prosegue Campanile.

In tema di assegno unico universale, Epaca Cremona evidenzia che esso “avrà decorrenza da martedì 1 marzo 2022 in caso di domanda presentata entro il 30 giugno 2022; mentre decorrerà dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda per le istanze presentate dopo il 30 giugno 2022”. “È importante precisare che questa regola ha alcune eccezioni – evidenzia Riccardo Campanile –. Ad esempio, non devono presentare la domanda i beneficiari del reddito di cittadinanza, dal momento che il beneficio viene erogato d’ufficio,  mentre i beneficiari dell’assegno temporaneo devono presentare domanda entro il 28 febbraio 2022 per non perdere alcuna mensilità”.

Per ogni informazione in merito ai requisiti necessari per accedere all’assegno, per ogni approfondimento in tema previdenziale, nonché per l’assistenza del caso, il Patronato Epaca è a disposizione di tutti i cittadini. Gli uffici di Epaca Cremona, presenti presso tutti gli uffici di Coldiretti Cremona,  possono essere contattati telefonicamente al numero 0372 732930 o scrivendo un messaggio whatsapp al numero 0372 732935. L’indirizzo mail per richiedere una consulenza al Patronato è: epaca.cr@coldiretti.it

© Riproduzione riservata
Commenti