Ambiente
Commenta

Sciopero globale per il clima
anche a Cremona il 25 marzo

Il primo corteo organizzato a Cremona da Fridays for Future nel 2019

Anche Cremona aderisce alla manifestazione per il clima e contro il riscaldamento globale, che si svolgerà il prossimo 25 marzo da Fridays For Future Italia.

La Ciclofficina Lagaredesgars di via Dante sarà il luogo di ritrovo dei partecipanti a partire dalle 18, “percorreremo le principali arterie della città in bicicletta, mezzo simbolo degli stili di vita sostenibili”, scrivono gli organizzatori locali: Fridays For Future Cremona, Legambiente, No Spreco, Lagaredesgars, Filiera Corta Solidale, Stati generali dell’ambiente e della salute, comitato territoriale Arci Cremona e circoli, SOMS 1908, Cremona Pride.

Lo sciopero globale per il Clima del 25 marzo (hashtag #PeopleNotProfit) si rivolge ai paesi del Nord del Mondo affinchè garantiscano “risarcimenti climatici alle comunità più colpite” dagli effetti del surriscaldamento del pianeta e “che i leader mondiali smettano di fare discorsi pieni di greenwashing e intraprendano una vera azione per la salvaguardia del clima”, come spiega Martina Comparelli di Milano, una dei portavoce del movimento italiano.
“I risarcimenti climatici richiesti non sono beneficenza – continua – ma fanno parte di un processo di giustizia trasformativa in cui il potere politico tornerà alle persone e alle comunità. Non dovranno essere concessi sotto forma di “prestiti”, ma di “finanziamenti”, come una risposta alle richieste delle comunità indigene ed emarginate; per restituire le terre alle comunità, dare risorse a quelle più colpite dalla crisi climatica affinché possano adattarsi e compensare le perdite e i danni. Per una ridistribuzione della ricchezza globale, della tecnologia e dell’informazione, e del potere politico dal Nord globale al Sud globale e dall’alto al basso.
“Siamo stanchi di sentire le bugie scritte ad hoc dai pubblicitari delle multinazionali del fossile e dai governi che le sostengono. Questa volta scenderemo in piazza non solo per presentare le nostre richieste, ma per creare sistemi più ampi basati sull’amore, l’empatia e la cura delle nostre comunità che metteranno al primo posto la cura delle persone piuttosto che il denaro”.
Per maggiori informazioni sugli scioperi globali è possibile consultare fridaysforfuture.org/March25

© Riproduzione riservata
Commenti