Cronaca
Commenta

Cultura partecipata 2022: dal 21
marzo via a presentazione progetti

Da lunedì 21 marzo sino all’11 aprile prossimo è possibile la presentazione dei progetti per Cultura Partecipata 2022. L’iniziativa, promossa dal Settore Cultura, Musei e City Branding del Comune di Cremona, come ormai di consueto, intende accendere i riflettori sulla ricchezza culturale della città. Obiettivi del progetto sono accrescere la consapevolezza di essere all’interno di un percorso condiviso, costruire collaborazioni e favorire lo scambio di buone idee, consentire la programmazione e la visibilità delle iniziative e sostenerne la realizzazione. L’edizione 2022 conferma, oltre alle modalità di presentazione delle proposte, anche i tre filoni tematici:

Cremona Bellissima

Cremona ha un grande patrimonio fatto di arte e di luoghi ma anche di relazioni, eventi e manifestazioni.

Questo tema vuole valorizzare il patrimonio culturale della città, sempre più animata da progettualità e manifestazioni e sempre più consapevole delle proprie peculiarità e potenzialità. I progetti proposti possono fare riferimento sia a iniziative consolidate che ad argomenti specifici caratterizzanti una determinata annata.

Cremona nella Storia

Si riscopre la città attraverso i momenti storici e gli eventi che hanno costruito Cremona e i suoi cittadini.

Il secondo tema guarda al patrimonio storico della città, anche questo sempre più protagonista di iniziative e progetti, sia pubblici che privati. Si può fare riferimento ad anniversari o svelare momenti particolari della nostra storia, anche poco noti, ma comunque di rilievo.

Cremona dei Giovani

Spazio al protagonismo, alla creatività e ai linguaggi giovanili, dalla musica all’arte contemporanea.

Il terzo tema vuole offrire ulteriori occasioni di riconoscimento alle progettualità che possono mettere in campo le realtà giovanili o quelle che operano in questo ambito, in modo da riconoscere e sostenere progetti culturali creativi e innovativi.

Il Bando di Cultura Partecipata 2022 prevede un’unica call valida per tutto l’anno. In linea con i tre filoni individuati, il Comune invita a partecipare associazioni, enti pubblici e privati, società e organizzazioni di altro tipo. Non è possibile presentare progetti in qualità di persone fisiche. Non sono considerati i progetti che richiedono esclusivamente patrocinio e collaborazione, dato che per questo tipo di richieste sono già attive modalità consolidate disponibili tutto l’anno.

Ogni progetto dovrà riguardare uno dei tre filoni e tenere necessariamente conto dell’andamento dell’emergenza sanitaria. Andranno pertanto indicate le misure da adottare per realizzare gli eventi e le attività nel rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità, pena l’impossibilità di attuarle. Non potendo prevedere l’andamento della pandemia e, di conseguenza, le modalità di svolgimento dei progetti, saranno apprezzate quelle proposte che prevedono contestualmente e/o in alternativa l’utilizzo di tecnologie digitali per consentirne la fruizione anche a distanza e/o in differita.

Per partecipare è necessario compilare l’apposito form online presente sul sito del Comune di Cremona a partire da lunedì 21 marzo, e poi presentare all’Ufficio Protocollo del Comune, entro lunedì 11 aprile 2022, la ricevuta elettronica che arriverà all’indirizzo mail del proponente, stampata e firmata in originale. Nella valutazione dei progetti sono previsti alcuni fattori premianti: attenzione alla disabilità, alla promozione turistica, elementi di innovazione tecnologica e digitale, relazioni con iniziative dell’Amministrazione Comunale, rigenerazione urbana, centro storico e quartieri, sostenibilità ambientale, adozione di misure adeguate per affrontare l’emergenza sanitaria.

In merito alla sostenibilità ambientale, nelle proposte presentate sarà opportuno inserire, laddove possibile, azioni specifiche che vadano nella direzione di una migliore tutela dell’ambiente, per esempio attraverso forme di risparmio energetico o di riciclo di materiali. Non saranno comunque penalizzati i progetti che non presenteranno proposte in questa direzione dal punto di vista organizzativo: non tutte le tipologie di attività culturali si prestano infatti alla messa in pratica di azioni ambientali.

Le forme di sostegno concesse sono la collaborazione, che consiste nella possibilità di utilizzare spazi, servizi e attrezzature comunali, e un contributo nella misura massima di 2.000,00 Euro per ciascun progetto. Per Cultura Partecipata 2022 il budget disponibile ammonta a 15.000,00 euro. Il Comune sostiene i progetti vincitori nella misura massima del 50% delle spese complessive correttamente documentate. I risultati saranno diffusi a partire da lunedì 2 maggio 2022.

Tutte le indicazioni dettagliate inerenti modalità e documentazione da presentare per partecipare al bando di Cultura Partecipata sono presenti sul sito del Comune di Cremona nella sezione “Progetti”.

© Riproduzione riservata
Commenti