Spettacolo
Commenta

Aksak Project, successo
per il concerto al Teatro Filo

Si può viaggiare attraverso la musica, soprattutto se composta con creatività e passione ed eseguita da talentuosi artisti sia cremonesi sia provenienti da tutta Italia ma riuniti nella città del torrazzo per l’occasione. È quanto accaduto giovedì sera al Cinema Teatro Filo di Cremona, gremito per il concerto del gruppo di world music ‘Aksak Projet’, che nel 2021 ha registrato il 25° anno di attività festeggiando adesso insieme al pubblico con la presentazione del nuovo disco “Argonauti”.

I brani originali firmati da Achille Meazzi spaziano da atmosfere gioiose ad altre cupe ispirate ad esempio al lockdown dovuto al Covid-19 o all’incendio nella Cattedrale parigina di Notre-Dame. Come accade per gli ‘Aksak Projet’ sin dai primi album, anche qui gli strumenti classici suonano con quelli etnici come l’oud arabo. Sul palco, oltre ad Achille Meazzi, il figlio Eduardo con Nico Catacchio al contrabbasso e Nicola Mantovani ai saxofoni, insieme agli ospiti che hanno collaborato ad “Argonauti” – un disco che non va raccontato, ma ascoltato.

Il servizio di Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti