Cronaca
Commenta

Giochi e preghiere a S.Ambrogio
per le famiglie ucraine

Domenica di festa e di preghiera per la comunità ucraina residente in territorio cremonese, con l’iniziativa promossa dalla Diocesi insieme agli scout nell’oratorio di Sant’Ambrogio. Già in occasione della Pasqua la parrocchia guidata da don Paolo Arienti aveva proposto una celebrazione in rito orientale e lingua ucraina, ora la proposta si è ampliata per coinvolgere ragazzi e bambini. Spazio quindi a giochi di gruppo e disegni, palloncini e altalene, per ritrovare un po’ di serenità. Non sono mancati momenti di confronto e riflessione, su quanto sta accadendo in Ucraina.

La giornata si è conclusa con una preghiera seguita dalla messa presieduta da don Vasi Merchuk. Il servizio religioso è infatti fra le attività proposte in questi mesi per la popolazione ucraina, che secondo i dati diffusi di recente dalla Caritas Cremonese, conta 43 nuclei familiari per un totale di 142 persone ucraine, di cui 64 minori, accolte dalla Diocesi dallo scoppio del conflitto.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti