Cronaca
Commenta

Breast Unit, prorogato
l'incarico al prof. Generali

Prorogato per altri 9 mesi l’incarico del professor Daniele Generali alla direzione  della struttura complessa di Patologia Mammaria dell’Asst di Cremona, un servizio di cui si è parlato molto in questi mesi per la protesta delle donne in cura, che di punto in bianco si sono viste private delle modalità di diagnosi e cura con staff medico e infermieristico totalmente dedicato alle patologie tumorali femminili. Dal 2016, ossia da quando il predecessore e  fondatore della Senologia Alberto Bottini aveva lasciato l’ospedale, la direzione ospedaliera ha sempre prorogato l’incarico a Generali.

Nel piano organizzativo che l’Asst ha da poco inviato in Regione per l’approvazione (ha tenuto banco in questi giorni anche la rivalità con Mantova per l’attribuzione del Dea di II livello), Patologia Mammaria viene confermata come struttura complessa, ma non è chiaro come l’Area Donna fin qui conosciuta potrà continuare ad esistere all’interno del Dipartimento di Oncologia, così come non è chiaro se la Regione approverà il Poas (piano organizzativo aziendale strategico) nella sua interezza.  Le donne reclamano a gran voce il ritorno allo status quo, soprattutto per quanto riguarda la somministrazione delle cure endovenose.

A questo proposito, recentemente il comitato spontaneo sorto per Area Donna ha presentato in Comune la petizione per chiedere al Consiglio comunale di chiedere espressamente alla regione che venga ripristinato il servizio di Area Donna nella sua interezza. LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti