Economia
Commenta

Bonus edilizi, Cna: “Priorità allo
sblocco dei crediti incagliati”

Il Presidente Giovanni Bozzini: “I cambi delle regole in corsa hanno portato effetti catastrofici sulla fiducia di tutta la filiera. Riattivare subito il canale Cassa Depositi e Prestiti”

Il Ministro delle Finanze ha certificato in 5 miliardi il volume di crediti incagliati a seguito di cessioni riconducibili alle differenti tipologie di bonus fiscali in edilizia. Su questo terreno CNA Lombardia testimonia il pressante grido di allarme di moltissime imprese del settore costruzioni e del settore impianti. Il Presidente Giovanni Bozzini sul punto è assai netto: “Il livello di tensione finanziaria di molti operatori economici è alto. Il provvedimento è stato travagliato da un numero eccessivo di modifiche normative, con effetti catastrofici sulla fiducia di tutta la filiera, con imprese, famiglie e banche sempre in ansia per il profilarsi di ulteriori cambi delle regole in corsa.”

In particolare CNA Lombardia ritiene che il DL Aiuti possa costituire un punto di svolta positiva: “La norma che prevede la possibilità per gli istituti di credito di cedere i crediti incagliati a cessionari qualificativa tra i propri correntisti va nella giusta direzione, ma dovrebbe valere retroattivamente anche per le pratiche e le posizioni fiscali antecedenti il primo maggio. Ciò consentirebbe una più concreta ed efficace forma di smaltimento del volume di crediti incagliati, davvero enorme.” Nel complesso, per CNA Lombardia è giunto il momento di dire una parola netta e definitiva sullo strumento dei bonus fiscali in edilizia. Le politiche industriali hanno senso solamente dentro un quadro di relativa stabilità normativa.  Un ulteriore, fondamentale aiuto allo sblocco di una situazione ormai decisamente deteriorata potrebbe arrivare, secondo CNA Lombardia, dalla ripresa della piena operatività di Cassa Depositi e Prestiti nell’acquisto di crediti fiscali maturati a valle dello sconto in fattura. Su questo punto è indispensabile che trovino conferma le notizie degli ultimi giorni circa un’imminente riapertura di questo rilevante canale per la cessione dei crediti in edilizia.

© Riproduzione riservata
Commenti