Cronaca
Commenta

Rincaro carburanti, il consiglio
comunale chiede misure urgenti

Approvata all’unanimità dal Consiglio comunale la mozione presentata da alcuni consiglieri comunali (primo firmatario Alessandro Zagni), con un emendamento proposto dal consigliere del Pd Roberto Poli, sul rincaro dei carburanti, per chiedere al Comune di intervenire presso il Governo. Come si legge nel testo della mozione, il consiglio vuole che si solleciti “il Presidente del Consiglio dei Ministri ed il Governo a procedere ad ulteriori proroghe, ad azioni antispeculative e a interventi ancora più incisivi (come già operato per il gas per usi civili e industriali) sul carburante fino al ripristino del livello dei prezzi medi comparabili con quelli dell’ultimo trimestre dell’anno 2019, in modo di consentire una tenuta del sistema economico dell’intero Paese in un periodo di profonda crisi ed instabilità internazionale”.

Soprattutto a fronte del fatto che la riduzione delle aliquote disposta dal ministero dell’Economia e delle Finanze avrà durata solo fino a inizio agosto.

Secondo i consiglieri, “con listini a questi livelli, da un lato, si va verso il blocco di numerose attività produttive impossibilitate a sostenere costi di benzina e gasolio così elevati, dall’altro, si verificherà una ulteriore impennata dei prezzi al dettaglio per una moltitudine di prodotti di largo consumo, determinando un pesantissimo danno all’economia del nostro paese”. Oltre a questo, “il settore dell’autotrasporto ha già manifestato un profondo disagio che rischia di comportare un blocco di intere filiere produttive, con effetti disastrosi per l’economia dell’intero Paese”.

© Riproduzione riservata
Commenti