Cronaca
Commenta

Saldi, "consumatori più attenti
a rapporto qualità-prezzo"

È tutto pronto per l’avvio dei saldi di fine stagione, che a Cremona, come nel resto della Lombardia, prenderanno il via sabato 2 luglio.

“Sul fronte imprese del settore moda – afferma Gaia Fortunati, presidente Confesercenti della Lombardia orientale, sede di Cremona – il primo semestre 2022 ha segnato, tra luci e ombre, un incoraggiante ritorno verso risultati nelle vendite comunque più vicini a quelli registrati nel periodo pre-Covid. La ripresa delle cerimonie, la riduzione dello smart working e una ritrovata “normalità nella socialità” hanno avuto un ruolo importante”.

Restano tuttavia evidenti difficoltà legate alla crisi ucraina e alle conseguenti criticità sul fronte gestionale, con esplosione dei costi fissi e marginalità sempre più compresse. Proprio per questi motivi i saldi rappresentano per le imprese una preziosa opportunità per ricevere una boccata d’ossigeno, offrendo nel contempo ai consumatori importanti occasioni acquisto.

Ed è proprio sul fronte consumatori che si registrano forti aspettative. La crescente spinta inflazionistica legata alla crisi ucraina ha introdotto, infatti, cambiamenti nei consumi e ha generato una sempre maggiore attenzione al rapporto qualità-prezzo.

“Avremo – riferisce la Presidente Fismo Confesercenti, Daniela Romani– sconti medi dal 20% al 40%, mentre di norma il costo sul cartellino si abbassa con l’avanzare delle settimane. I saldi avranno una durata di 60 giorni e si protrarranno fino al 30 Agosto 2022. Protagonista di questo lungo periodo sarà specialmente il capoluogo con i tanti negozi storici e i piccoli esercizi di vicinato, che, assieme ai prezzi scontati, offriranno una particolare qualità e cura del
servizio; un aspetto che assume ancora più valore nella concitata corsa agli sconti che sta per partire”.

© Riproduzione riservata
Commenti