Cultura
Commenta

Pizzighettone, settimana di
eventi legati alla Master Class

Anche l’Agenzia del Demanio ha partecipato con interesse alla conferenza pubblica “Progetti di architettura e paesaggio in Europa” dell’architetto austriaco Andreas Vass (Hubmann – Vass, Architekten, Vienna), primo appuntamento di eventi che nella settimana animano la casamatta 1 di Pizzighettone con diversi momenti di incontro con la cittadinanza in merito alle strategie di rigenerazione ambientale e urbana delle aree demaniali di Pizzighettone e di Gera.

Alla serata erano presenti l’ingegnere Massimiliano Iannelli, direttore Regionale Lombardia dell’Agenzia del Demanio, e l’ingegnere Agata Zinfollino, responsabile dell’Unità territoriale Milano 3, oltre a cittadini, studenti e professori responsabili della Master Class dell’Advanced School of Architecture (ASA) della Scuola AUIC del Politecnico di Milano.

«Il primo benvenuto alla Master Class lo abbiamo dato sabato e in questi giorni sono state diverse le attività che hanno visto studenti e professori impegnati nella conoscenza del nostro territorio. Siamo molto orgogliosi che anche l’Agenzia del Demanio abbia partecipato alla serata a dimostrazione del valore di questa attività» dichiara Luca Moggi, sindaco di Pizzighettone.

«Con l’arrivo a Pizzighettone degli studenti della Master Class del Politecnico di Milano l’attività per individuare la strategia di rigenerazione urbana e ambientale delle aree demaniali è entrata in una fase fondamentale che si concluderà con la presentazione dei lavori svolti prevista per sabato 23 luglio, alle ore 10 nella casamatta numero 1. La presentazione del professor Vass ha consentito di comprendere l’analisi approfondita delle aree che la Master Class sta svolgendo. Inoltre, l’Agenzia del Demanio, proprietaria delle aree e presente all’incontro pubblico, ha proposto al nostro Comune un protocollo d’intesa, che stiamo valutando al fine di poterlo perfezionare a breve; uno strumento importante per dare seguito al lavoro di questi giorni e che mette a disposizione del comune la Struttura per la progettazione del Demanio» sottolinea Gianluca Pinotti, assessore all’innovazione e allo sviluppo del Comune di Pizzighettone.

«L’Agenzia del Demanio partecipa a questa iniziativa con interesse – dichiara Iannelli – perché questo per noi è un progetto importante, che vede il coinvolgimento di altre realtà rilevanti come il Politecnico di Milano. Il nostro obiettivo, che porteremo avanti anche con il coinvolgimento della Struttura di Progettazione, è far collimare gli interessi della comunità con quelli dello Stato: si può lavorare insieme per lo sviluppo del territorio perché crediamo nella valorizzazione di queste aree anche a servizio della cittadinanza, individuando congiuntamente, con la sottoscrizione del protocollo d’intesa, destinazioni compatibili con i vincoli storico artistici ed ambientali dei complessi demaniali».

«L’esperienza dell’architetto Andreas Vass è una sintesi di architettura e paesaggio che può essere trasferita in questo progetto» spiega Pierre Alain Croset.

«Siamo qua per conservare le ricchezze di Pizzighettone – assicura Vass – e dove, sono senza uso, proporre nuovi programmi e dare loro una nuova accessibilità e presenza. Sono presenti diversi elementi da conservare: oltre il centro storico, le mura e gli elementi tradizionali pregiati ci sono anche aspetti più moderni da rilevare e da riqualificare. Per noi è importante leggere la stratificazione di elementi anche poco spettacolari (fino ad arrivare a qualche dettaglio o, perché no, alla videocamera di sorveglianza) come segni di vitalità, delle potenzialità ma anche di mancanze o conflitti da risolvere in un luogo, elementi che ci dicono tanto sulle persone, sull’architettura, sul clima, sull’atmosfera. A prima vista le strutture nelle aree demaniali possono sembrare semplici, ma nella loro stringente logica costruttiva e funzionale c’è una generosità e complessità incredibile di qualità spaziali, strutturali e materiali di cui tenere conto».

Martedì sera si è svolto il primo momento di apertura alla cittadinanza, mentre mercoledì 20 luglio alle 20.30 la conferenza pubblica “Il progetto del verde nella rigenerazione urbana” con Riccardo Gini (Direttore del Parco Nord di Milano) e la partecipazione di Francesco Bergamaschi (Presidente Parco Adda sud); giovedì 21 luglio dalle 18.00 alle 19.00 porte aperte alla comunità e sabato 23 luglio dalle 10.00 alle 13:30: presentazione pubblica e discussione finale dei lavori della Master Class.

© Riproduzione riservata
Commenti