Cronaca
Commenta

Morte Fioretti, il micio Attila
ora rischia di finire al gattile

E’ destinato a finire al gattile Attila, micione di 15 anni, sempre vissuto in casa con il suo inseparabile amico e compagno, Maurizio Fioretti, morto nel tragico incidente che si è verificato domenica in via Bergamo. E per lui, che è “solo un gatto”, non rimane nulla, se non la compassione e l’affetto delle volontarie dell’Apac, che lo porteranno in una delle loro strutture.

“A fine marzo, come molti altri volontari della Lav e di altre associazioni, andavo a dargli da mangiare mentre Maurizio era ricoverato per Covid” racconta la responsabile della Lav di Cremona, Maria Pia Superti. “Attila era spaesato ma tranquillo, si lasciava accarezzare, pur essendo piuttosto timido”.

Con la morte del padrone, nessuno dei parenti ha voluto assumersi la responsabilità di tenere con sè quel piccolo amico a quattro zampe, che si ritrova improvvisamente orfano e senza una casa.  Una situazione difficile per un animale di quell’età, abituato a vivere in appartamento e sempre in compagnia di qualcuno. Così ora, da parte delle volontarie Apac, è partito un appello, per trovare il prima possibile una nuova famiglia a questo gatto.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti