Cronaca
Commenta

Guardia di Finanza, celebrato
il patrono San Matteo

Celebrata in mattinata, presso la chiesa di Sant’Ilario a Cremona, la messa in onore del patrono del corpo della Guardia di Finanza, l’evangelista san Matteo, con una messa presieduta dal vescovo Antonio Napolioni, affiancato dal parroco dell’unità pastorale Cittanova, don Irvano Maglia e da altri sacerdoti della parrocchia. La cerimonia, svoltasi alla presenza delle autorità locali, a partire dal nuovo comandante delle Fiamme Gialle di Cremona, il colonnello Massimo Dell’Anna. Presenti anche il prefetto, Corrado Conforto Galli, e tutte le altre autorità civili e militari del territorio.

“Se c’è un dovere di cortesia nel partecipare, nell’accogliere l’invito di un corpo, piuttosto che di un altro, col passare del tempo sento che si è creata e si ravviva sempre una bella familiarità” ha detto il vescovo, riflettendo poi sulla vita di San Matteo, e sulla sua capacità di trasmettere il messaggio di Cristo, cercando di tenere insieme il popolo.

Ma non sono mancati cenni al mondo di oggi, alle “ideologie che fanno fatica a rinnovarsi e ad adeguarsi alle sfide del nostro tempo semplificano le cose, estremizzando questi due poli, come se ci fosse un passato perfetto al quale tornare” ha detto il presule. Un discorso che può essere applicato anche all’economia, con la “salvaguardia delle realtà locali, nelle loro peculiarità e specificità”. Una missione che le istituzioni, come anche la Guardia di Finanza, portano avanti. “E allora grazie perché, in maniera a volte impopolare, che rappresenta un costo anche per voi, per le vostre vite personali e per le vostre famiglie, ci aiutate in questa impresa” ha concluso il vescovo rivolto ai finanzieri.

La messa si è conclusa con la recita della Preghiera del Finanziere e con i saluti e i ringraziamenti del comandante. E’ seguito, da parte del vesvovo, un benvenuto al nuovo comandante Dell’Anna. lb

binary comment

© Riproduzione riservata
Commenti