Cronaca
Commenta

Travel Hashtag, a New York
Cremona protagonista

Milo, Galimberti, Romanelli

È finita tra applausi, abbracci e scambi di biglietti da visita, nel primo pomeriggio di mercoledì 28 settembre, l’edizione newyorkese di Travel Hashtag, l’evento-conferenza itinerante nato nel 2019 per approfondire gli scenari che si delineeranno nel prossimo futuro relativamente all’industria del turismo, a cui ha preso parte anche il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti. Dopo Abu Dhabi, Londra e Dubai, quest’anno è stato il turno di New York. Nella Grande Mela agenti di viaggi, tour operator e giornalisti travel newyorkesi si sono ritrovati al The Michelangelo, nel cuore di a Manhattan, a pochi passi da Times Square, per condividere i trend della scena incoming Italia.

Ottima la risposta del travel trade locale e della stampa che hanno animato con interesse e coinvolgimento il networking lunch programmato prima dell’attesa conferenza che ha visto alternarsi al microfono Marco Gianni (General Manager del The Michelangelo), Francesco Brazzini (Marketing Manager ENIT USA & Mexico), Roberto Cuesta (Country Manager USA & Canada di ITA Airways), Antonio Nicoletti (Direttore Generale APT Basilicata), Daniele Rutigliano (Direttore Turismo e Business Development di Scalo Milano Outlet & More) e Zaira Magliozzi (Art & Travel Storyteller, nella doppia veste di ospite e presentatrice).

Focus dell’edizione newyorkese di Travel Hashtag l’Italia imperdibile – autentica e sorprendente – e il turismo culturale, leva per attrarre target di viaggiatori profilati ed alto spendenti soprattutto dal Nord America. In video collegamento Giorgio Palmucci (ex Presidente ENIT e consigliere del Ministro del Turismo) ha condiviso quanto sia importante e strategico per il nostro Paese continuare a promuovere la scoperta dei territori anche e soprattutto attraverso gli itinerari meno battuti.

Ospiti d’onore il sindaco Galimberti, insieme al Console Generale d’Italia a New York Fabrizio Di Michele, che ha entusiasmato la platea parlando di un’Italia ricca di tradizioni e cultura, ma che, grazie al fattore umano, riesce a presentarsi al mondo come una destinazione completa ed unica nel proprio genere.

Ha destato molto interesse la presentazione di Cremona come meta di un turismo culturale, attento alle tradizioni e con uno sguardo all’innovazione. Cremona è musica, liuteria, arte, eventi, cibo, natura con il suo fiume: una città unica che sa rispondere alla richiesta crescente di un turismo che vuole vivere città e territori in maniera immersiva: questi i temi che hanno caratterizzato l’intervento del sindaco Galimberti che ha coinvolto l’audience newyorkese attraverso uno storytelling emozionale che ha suscitato un grande riscontro e apprezzamento.

“I dati del turismo relativi alla nostra città – commenta il sindaco Galimberti – sono progressivamente in crescita e riflettono soprattutto il lavoro promozionale sviluppato con operatori turistici e partner internazionali. Abbiamo scelto di partecipare come partner all’evento-conferenza Travel Hashtag a New York, perché intendiamo coltivare il mercato turistico statunitense, presentando Cremona come meta ideale per un segmento di viaggiatori in cerca di un turismo esperenziale e autentico. Abbiamo raccolto manifestazioni di interesse assai concrete da parte dei buyer americani che svilupperemo con attenzione, in previsione di prossime iniziative promozionali in agenda nel corso del 2023. La presenza e l’incontro con il Console italiano a New York è stata per noi di grande prestigio e stimolo a proseguire in questa attività a sostegno della visibilità della destinazione Cremona”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti