Cronaca
Commenta

Furti di mezzi agricoli tra Bresciano
e Cremonese: sale la preoccupazione

Foto di repertorio

Serpeggia una certa preoccupazione tra gli agricoltori del territorio al confine tra il Bresciano e il Cremonese, e in tutta la Bassa Bresciana, dove da diverse settimane si stanno verificando furti di mezzi agricoli. Difficile dire se si tratti dell’azione di una banda organizzata o di diversi ladri singoli, ma sta di fatto che la situazione non lascia dormire sonni tranquilli a chi ha fatto del lavoro nei campi la propria primaria fonte di reddito.

L’episodio più recente si è verificato nelle campagne tra Calvisano e Mezzane, dove un’azienda ha denunciato il furto di tre trattori e una spargipaglia, per un danno complessivo di circa 200mila euro. Ma non è stato l’unico episodio segnalato. Nel Cremonese, i ladri avevano colpito meno di un mese, fa, dove un trattore John Deere era sparito da una cascina a Persico Dosimo. A intervenire erano stati i Carabinieri di Vescovato. In entrambi i casi sono state acquisite le immagini di videosorveglianza, per cercare di dare un nome e un volto ai ladri, che per ora sembrano essere piuttosto sfuggenti.

Purtroppo non sono episodi nuovi nei territori cremonese e bresciano, zone in cui l’agricoltura è la base dell’economia, e che sono facile terreno di caccia per queste bande specializzate. Le ipotesi degli investigatori sono di diverso tipo: o che i ladri portino all’estero i mezzi per poi rivenderli, oppure che possano venire utilizzati come arieti per mettere a segno dei colpi in aziende o banche. LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti